Inter, aperto procedimento dall'Uefa per il FPF

Attraverso una nota, l'Inter Media and Communication ha comunicato che è stato aperto un procedimento dall'Uefa nei confronti del club nerazzurro per il FPF

Scritto da Manuel Delon  | 
getty Images

Con una nota da parte dell'Inter Media and Communication, il club nerazzurro ha fatto sapere che è finito sotto la lente d'ingrandimento del Fair Play Finanziario.

Ecco il comunicato: “Nell’ottobre 2021 abbiamo presentato alla UEFA i nostri calcoli relativi al requisito di pareggio per il Fair Play Finanziario (“FFP”) al 30 giugno 2021. Tali calcoli hanno dimostrato di non aver soddisfatto il requisito di pareggio come attualmente stabilito, e di conseguenza, la UEFA ha richiesto ulteriori informazioni nel novembre 2021”

«Il 17 dicembre 2021 - segue il documento - la UEFA ha comunicato ufficialmente che la revisione effettuata dalla Prima Sezione CFCB dei requisiti di pareggio da noi fornite ha evidenziato un significativo disavanzo aggregato per il periodo di monitoraggio che copre i periodi di rendicontazione 2018, 2019, 2020 e 2021 e ha richiesto la presentazione delle nostre informazioni più aggiornate sul pareggio previste per il periodo di riferimento che termina in giugno 2022 (che abbiamo fornito il 20 gennaio 2022)».

“Il 14 febbraio 2022 la UEFA ci ha comunicato:

> la loro decisione di aprire un procedimento nei confronti del nostro club in conformità con l’Articolo 12 (1) delle regole procedurali che disciplinano il controllo finanziario dei club UEFA;
> la nomina di un membro relatore incaricato di accertare i fatti e raccogliere tutte le prove pertinenti (incluso un piano aziendale per il periodo FY23-FY25) ai sensi dell’articolo 12, paragrafo 2, delle regole procedurali;
> l’invito a partecipare a un’audizione dinanzi alla Prima Sezione CFCB nel marzo 2022 (data da confermare) presso la Casa del Calcio Europeo di Nyon (Svizzera), una volta che il membro segnalante avrà emesso le sue conclusioni sul caso del nostro club”.

«il periodo di monitoraggio valutato nella stagione 2021/22 copre il seguente periodo di rendicontazione:

> i periodi di rendicontazione che terminano nel 2020 e nel 2021 che saranno considerati come un unico periodo (considerato come periodo di rendicontazione T), e
> il periodo di rendicontazione che termina nel 2019 (considerato come periodo di rendicontazione T-1) e
> il periodo di rendicontazione che termina nel 2018 (considerato periodo di rendicontazione T-2)”.

Come scritto nella nota, nel mese di Marzo - da domani - l'Inter, qualora la data dovesse esser confermata, si dovrà presentare a un'audizione dinanzi alla Prima Sezione CFCB per rispondere a tale situazione.

 

LEGGI ANCHE: Inter: quanto pesa questo derby 


💬 Commenti