Satriano sogna di tornare. "Per lo scudetto faccio il tifo per l'Inter"

L'attaccante uruguaiano, intervistato da Tuttosport parla del suo prestito al Brest e del suo futuro.

Scritto da Luca Colantoni  | 
Getty Images

L'Inter si trova nel pieno della crisi dell'attacco e già in questo periodo si sono aperte piste e voci su chi possa svoltare la fase offensiva della squadra. Tra questi, un nome che non è mai stato preso in considerazione è Martin Satriano, sicuramente tra i giocatori più simili a Lautaro Martinez.

L'uruguaiano, attualmente in prestito al Brest per garantirgli un maggior minutaggio, ha rilasciato un'intervista al quotidiano Tuttosport, parlando della sua situazione attuale e del suo futuro.

Sul trasferimento a gennaio

Mi sono trasferito in Francia ed è una decisione presa d'accordo con il mio agente e il club nerazzurro. Ci piaceva il progetto. Ho giocato pochissimo con Inzaghi ma quei mesi in prima squadra mi sono serviti tantissimo. Ho imparato molto da giocatori più esperti, dal tecnico e dallo staff e sono cresciuto".

Sul ritiro estivo con la prima squadra e la possibilità di giocare per l'Inter in futuro

Io sono andato in ritiro pensando solo a fare il meglio possibile. Sono un ragazzo che lavora tanto, si impegna e che vuole maturare velocemente. Ho cercato di capire i segreti di Sanchez, Dzeko, Correa e Lautaro, sono tutti giocatori fortissimi. Per caratteristiche guardavo di più a Martinez ma penso di aver preso qualcosina da ognuno di loro. Se voglio essere un giorno l'attaccante titolare dell'Inter? Sì, speriamo. Ma sono agli inizi, dovrò sudarmi questa possibilità. Ma voglio arrivarci con il mio lavoro e mettendoci umiltà".

Punte nerazzurre in difficoltà, se ho pensato che avrei potuto aiutare?

"Sono contento al Brest, perché gioco. Ma un pensiero simile mi è venuto in mente. Perché tengo all'Inter è faccio il tifo perché vinca lo scudetto”.

In prestito con lui c'è anche Lucien Agoume che lo sta aiutando con l'ambientamento.

“Eravamo stati in ritiro insieme, mi sta facendo da traduttore perché non conosco bene il francese. Ha talento e può andare lontano".

LEGGI ANCHE: Lukaku e il difficile ritorno in Premier: Saudade meneghina


💬 Commenti