L'Inter riabbraccia i nazionali

Tanti i nerazzurri impegnati nelle gare di qualificazione in giro per il mondo, tra oggi e domani rientrano gli europei, venerdì i sud americani

Scritto da Marco Diluca  | 

 

 

 

 

ll capitolo nazionali giunge quasi al termine, una settimana complicata, come sempre, per tutte le big d’Europa, con i calciatori impiegati in un vero e proprio tour de force, tra voli transoceanici, infortuni e rientri anticipati. In casa Inter oggi rientrano quasi tutti gli europei, aspettando gli italiani che troneranno domani, nella giornata di venerdì, invece, rientreranno i sudamericani.

La sosta delle nazionali capita a cavallo tra la terza giornata di campionato, che vedrà l’Inter scendere in campo a Marassi domenica alle 12:30 contro la Sampdoria, e la prima giornata dei gironi di Champions League a San Siro mercoledì 15 settembre contro il Real Madrid, una gara vitale per la qualificazione, vincendo, infatti si indirizzerebbe positivamente il girone.

Simone Inzaghi è l’allenatore che, negli ultimi anni, ha vinto più partite al rientro dalla sosta, ma a questo giro, a differenza di quando allenava la Lazio, degli undici titolari, dieci hanno giocato in nazionale, e tanti hanno giocato tutte le partite, come Edin Džeko, Milan Škriniar e Stefan de Vrij. Nelle ultime ore alcune indiscrezioni parlavano anche di infortuni per Sensi e Bastoni, ma su entrambi l’allarme è rientrato, e lo stesso Bastoni, tramite il suo account Instagram, ha chiarito che si tratta di una semplice botta, niente di preoccupante.

Tuttavia alcuni giocatori sono stati impiegati davvero tanto, Barella ad esempio, è parso un po' stanco nelle ultime uscite della nazionale, e nella gara di sta sera dovrebbe riposare. Domenica, Inzaghi mischierà le carte, in difesa, Danilo D'Ambrosio dovrebbe far rifiatare Škriniar, a sinistra Dimarco prenderà il posto di Perisic, in attacco, senza i sudamericani dovrebbe agire Džeko con Sensi (da valutare le condizioni fisiche) trequartista. Domenica sarà in panchina anche Alexis Sánchez che non è stato convocato in nazionale, e che sta recuperando dall'ennesimo infortunio. Insomma, in una settimana così tribolata, che ha visto i giocatori dell'Inter sfiancarsi in giro per il mondo, il mister dovrà  operare un piccolo turnover per arrivare alla gara contro il Real Madrid nel migliore dei modi.


💬 Commenti