Inter, il punto sulla situazione debitoria di Zhang

Le possibili soluzioni della proprietà davanti ai debiti del club

Scritto da Luca Colantoni  | 

Dopo una sessione di mercato da record, con profitti per oltre 130 milioni di euro, il piano economico del club non sembra comunque poter rifiatare. Infatti, queste cessioni si faranno sentire solo sul prossimo bilancio mentre i conti del 2020/2021 faranno registrare gravi perdite, mitigate solo dalla conquista dello scudetto.

La società si è quindi mossa sul fronte degli sponsor, facendo registrare una crescita del 245% con l'ingresso di Socios e Zytara/Digitalbits.

Tuttavia, l'Inter ha spese mensili per 12 milioni di euro e deve corrispondere ai creditori oltre 40 milioni di euro l'anno. Inoltre con il prestito del fondo statunitense Oaktree, da dicembre andranno a gravare anche i due bond in questione (uno da 300milioni e l'altro da 75). Così facendo la società potrebbe essere obbligata a vendere giocatori in tutte le prossime sessioni di mercato così da far tornare i conti.

Un'altra soluzione è di aumentare il valore del club facendo entrare poi dei soci che acquistino la minoranza o l'intero club così da far entrare liquidità. Per fare ciò, come riportato da Repubblica, la via migliore è quella della costruzione del nuovo stadio.

Verosimilmente quindi, Zhang potrebbe cercare di rimanere in sella fino alle prossime elezioni comunali nel caso in cui trovasse prestiti o altri tipi di entrate. Da quel momento in poi, firmato il contratto per la costruzione dello stadio in comune col Milan, la società acquisirebbe maggior valore così da fornire maggiori guadagni dall'ingresso in società di investitori esterni e pareggiare i conti.


💬 Commenti