Mercato Inter: un futuro incerto ma un presente che fa ben sperare

Un futuro che non permette calma ma un presente che trasmette tranquillità.

Scritto da Manuel Delon  | 
Getty Images

La scorsa estate era meritevole di critiche, come sarà in futuro è ancora incerto ma per ciò che riguarda il presente esiste solo una parola adeguata per riconoscere l'ottima strategia di mercato e rinnovi che sta attuando l'Inter: complimenti.

Dopo la tremenda campagna acquisti estiva, le cose in Viale della Liberazione hanno completamente cambiato rotta: sono stati prolungati i contratti dei migliori giocatori della rosa, sono stati fatti acquisti intelligenti e rafforzativi, ed è stato programmato il da farsi tenendo conto delle possibili ed eventuali difficoltà.

E' stato rinnovato Alessandro Bastoni, colonna presente e futura dei nerazzurri, fino al 2024; poi Federico Dimarco, giovane risorsa della squadra, fino al 2026; successivamente Lautaro Martinez, l'attaccante di spessore della rosa e con il futuro tutto da scrivere, fino al 2026; di seguito Nicolò Barella, uno dei migliori centrocampisti del campionato, fino al 2026; e infine Marcelo Brozovic, il faro dell'Inter nonché uno dei migliori play bassi d'Europa, fino al 2026.

Sono stati fatti anche acquisti dai nomi importanti ma a condizioni e prezzi favorevoli e avvantaggianti. Presi André Onana, giovane portiere con buoni doti tecniche e atletiche con esperienza internazionale, a parametro zero e Robin Gosens, tra i migliori esterni a tutta fascia d'Italia e pure d'Europa, per 25 milioni + 3 di bonus con il pagamento rateizzato in 4 esercizi e quindi fino al 2026, con obbligo di riscatto fissato per la prossima stagione.

Di programmato ci sono invece il prolungamento di contratto certo di Skriniar, top player di caratura internazionale, e quello - non sicuro - di Perisic, tra i migliori esterni per forma e rendimento in circolazione, con pronto il sostituto in caso di non rinnovo: ovvero Sergio Gomez, laterale dalle grandi potenzialità dell'Anderlecht. E poi i futuri tentativi per rinforzare la difesa, il centrocampo e l'attacco: Bremer, Frattesi e Scamacca. E se non loro, saranno altri.

Stando alle voci che escono di giorno in giorni, pare che anche quest'estate l'Inter dovrà salutare un altro big della rosa per salvaguardare i conti e finanziare il mercato. Ma questo è un altro argomento di cui certezza non c'è. Anche perché grazie alle uscite praticamente sicure di Sanchez, Vidal, Vecino e Kolarov, più quelle eventuali di Handanovic e Perisic, i nerazzurri risparmierebbero circa 60 milioni tra monte ingaggi e ammortamento: un taglio dei costi del 30% senza il sacrificio di un pezzo da novanta.

Insomma, anche se il futuro è ancora incerto e va aspettato per tirare le somme e fare un giudizio del tutto completo e corretto non si può negare che l'Inter nei fatti attuali sta dimostrando di voler essere grande.

 

LEGGI ANCHE: Inter, in estate la dirigenza può (ri)provarci per Mertens 


💬 Commenti