Attacco Inter: La Lula, il cigno e il desaparecidos

Tre pretendenti per due maglie, Inzaghi adesso ha valide alternative nel suo reparto avanzato

Scritto da Marco Diluca  | 

Adesso l'Inter è davvero al completo. Con il definitivo rientro di Lukaku, Simone Inzaghi può mischiare le carte e variare gli uomini d'attacco in base alle esigenze della partita. Analizziamo nel dettaglio la situazione degli attaccanti nerazzurri.

È tempo di tornare sulla Lula?

La domanda sorge spontanea, la coppia Lautaro - Lukaku ha portato in dote all'Inter uno scudetto e rappresenta il maggior punto di forza dell'Inter di Antonio Conte. Big Rom dopo l'infortunio e il mondiale disastroso disputato, è tornato a Milano con la voglia di tornare ad essere protagonista. Contro il Napoli si è visto che il belga non ha ancora i 90 minuti nelle gambe, ma allo stesso tempo si è notato l'impatto che Romelu ha sull'economia del gioco nerazzurro. Stesso discorso per Lautaro, l'argentino fresco campione del mondo, ora ha in testa solo l'Inter. Entrato a gara in corso contro i partenopei, il Toro ha messo in mostra le sue qualità. Anche l'argentino avrà bisogno di recuperare dai postumi del mondiale, ma quando entrambi saranno definitivamente in forma, sarà difficile per Inzaghi rinunciare a questa coppia.

Il terzo in comodo

Poi c'è lui, il cigno di Sarajevo, che in questo anno e mezzo risulta essere l'attaccante più decisivo della squadra nerazzurra. Edin rappresenta in questo momento un lusso sfarzoso che Inzaghi può concedersi. Nell'ultima gara di campionato ha dimostrato di poter giocare anche con Lukaku. La sua classe, la sua versatilità, porteranno ad un serrato ballottaggio in tutte le sfide che l'Inter dovrà affrontare fino a fine stagione. Inzaghi dovrà scegliere bene, tenere fuori Edin al momento è un sacrilegio.

Il desaparecidos

La nota stonata del reparto avanzato nerazzurro è senza dubbio Correa. Il Tucu è letteralmente fiori dagli schemi, svogliato ed irritante, contro il Napoli non riusciva a tenere un pallone. Inzaghi continua a difenderlo ma le sue prestazioni sono davvero imbarazzanti e per il momento parte molto dietro. Al momento la Lula e il cigno sono gli imprescindibili per la squadra, sarà compito di Simone mischiare le carte di volta in volta, e trovare la formula vincente.

LEGGI ANCHE→Inter-Dzeko: la volontà di proseguire assieme c'è. Ma ora…


💬 Commenti