É tornata la “pazza Inter”: mai così tanti punti dallo svantaggio

L’Inter ha ottenuto ben 16 punti da situazioni di svantaggio dimostrando una grande forza mentale e grande carattere.

Scritto da Filippo Rivani Farolfi  | 
Inter-Cagliari 4-0, fonte: Twitter.

Per anni l’Inter è stata etichettata, accettandolo di gusto, come una squadra “Pazza”, inteso nell’accezione più genuina del termine.

Tante le partite in cui i nerazzurri erano riusciti a portare a casa un risultato positivo proprio nei momenti in cui sembrava essersi spenta la luce. Basti pensare al clamoroso successo casalingo contro la Sampdoria nel 2005 quando l’Inter, allora guidata da Mancini, rimontó nei minuti finali uno svantaggio di due reti per vincere il match con mancino micidiale di Alvaro Recoba. Nelle ultime stagioni questa pazzia era rimasta abbastanza sotto controllo ma in questa stagione qualcosa è cambiato.

L’Inter, infatti, con il successo in rimonta di ieri contro il Venezia ha ottenuto il sedicesimo punto stagionale da una situazione di svantaggio (leggi qui). Gli uomini di Inzaghi hanno rimontato portando a casa il bottino pieno in già cinque occasioni quest’anno. La prima a Verona quando una doppietta di Correa e una rete - la prima stagionale di Lautaro Martinez - ribaltarono il vantaggio iniziale scaligero firmato Ilic. Poche settimane dopo tocca alla Fiorentina di Vlahovic andare in vantaggio prima di subire la rimonta nerazzurra firmata da Darmian, Dzeko e Perisic. Successivamente è la volta del Sassuolo. I neroverdi giocano un primo tempo eccellente per intensità e qualità del gioco trovando la rete del vantaggio con Berardi. Anche qui, però, niente da fare. Dzeko, entrato a mezz’ora dalla fine, ribalta il match prima segnando e poi procurandosi il rigore decisivo segnato da Lautaro Martinez.
 

La quarta vittoria in rimonta è quella più importante. Inzaghi e i suoi ragazzi si giocano le possibilità di rimanere in scia di Napoli e Milan che sono a +7 dai nerazzurri. Proprio i partenopei si presentano a SanSiro per una partita tanto importante quanto delicata. Al vantaggio iniziale di Zielinski rispondono Calhanoglu, Perisic e Lautaro Martinez, per una vittoria davvero fondamentale. 
Ed eccoci all’ultima rimonta nerazzurra, quella di ieri contro un ottimo Venezia. Quando tutto sembra apparecchiato per un deludente 1-1 ci pensa Dzeko, fino a quel momento pessimo, ad informare un cross al bacio di Dumfries e firmare il definitivo 2-1.

L’Inter ha carattere e la mentalità della grande squadra. Anche quando va in svantaggio non si demoralizza e, anzi, riesce a reagire dimostrando la propria forza e uscendo alla distanza.

16 punti ottenuti da situazioni di svantaggio sono un biglietto da visita importante. Nessuno è come l’Inter e anche la classifica ne è la dimostrazione.


💬 Commenti