Le parole di Simone Inzaghi dopo Lazio-Inter

Il commento del tecnico ai microfoni di DAZN

Scritto da Luca Colantoni  | 

Prima sconfitta in campionato per l'Inter di Simone Inzaghi contro la sua ex-squadra. Ecco le parole del tecnico intervistato ai microfoni di DAZN.

Le impressioni a caldo del tecnico

“E' stata la miglior partita delle ultime. Per 60 minuti eravamo in controllo, dovevamo chiuderla e abbiamo sbagliato l'ultimo passaggio. Abbiamo perso la testa, ci sta che l'arbitro non fermi il gioco ma tu devi continuare a giocare. Non puoi prendere quei gol”

Sulla prima sconfitta in campionato

“E' una battuta d'arresto che non ci voleva. Andava buttata fuori la palla? A volte l'arbitro ferma il gioco, Lautaro era di spalle, non poteva vedere Dimarco. Ma pensiamo al fatto che non possiamo non portare a casa un risultato dopo una partita così”

Sulla prestazione della squadra

“La squadra ha fatto la prestazione. Non devi prendere il gol del pareggio e sul 2-1 devi rimanere in partita nonostante gli eventi. Abbiamo visto respinte sulla linea, col corpo. Devi portare a casa almeno il pareggio”

L'accoglienza degli ex tifosi dopo 22 anni alla Lazio

“L'accoglienza mi ha fatto un grande piacere. Poi ho fatto il professionista e mi sono estraniato. Il finale è stato amaro perché rallenta la nostra corsa”

Cosa è mancato alla squadra?

“Cosa c'è mancato? C'è mancato il secondo gol, abbiamo sbagliato l'ultimo passaggio per chiuderla. E non puoi rimettere in partita la Lazio. E non devi prendere rigore su un calcio d'angolo.

Dovevamo ammazzare la partita. Non si può perdere 3-1 una partita giocata in questa maniera. Se butteremo fuori la palla la prossima volta in una situazione simile? Nel primo tempo l'abbiamo messa fuori. Lautaro non ha visto Dimarco"

Termina qui l'intervista post partita del tecnico neroazzurro. 

 


💬 Commenti