Inter-Perisic, sarà addio. Ivan il Terribile andrà al Tottenham

Scritto da Marco Corradi  | 

Lo scenario che tutti gli interisti temevano, si è verificato. Dopo una settimana di silenzi e spasmodica attesa, in seguito alla proposta di rinnovo formulata a Ivan Perisic (biennale da 5mln/anno più bonus), tutte le tessere vanno al loro posto: Ivan il Terribile non rinnoverà e non resterà all'Inter, consumando un terribile addio a parametro zero. Ancora una volta, l'Inter perde il suo miglior giocatore stagionale e il trascinatore della squadra: dopo Hakimi e Lukaku, tocca al croato.

Addio a parametro zero dunque per Ivan Perisic, l'idolo di San Siro, il giocatore più acclamato. E futuro in Premier League: l'esterno croato ha detto sì al Tottenham e si riunirà ad Antonio Conte, fautore della sua seconda vita da “quinto” nel 3-5-2: sul tavolo un biennale con opzione per un terzo anno a cifre migliori rispetto a quelle dell'Inter, 6mln/anno più bonus che faranno arrivare il totale intorno a 7mln. A questo si aggiungerà una cospicua commissione per l'agente, che ha contribuito a spostare ulteriormente la lancetta della bilancia verso gli Spurs. L'Inter si è spinta al massimo possibile per un giocatore che compierà 34 anni a febbraio? Sì. L'Inter si è mossa tardivamente, pensando che Perisic non avesse offerte e volesse restare? Sì. Colpe condivise dunque, in un addio che lascia un vuoto sulla fascia sinistra.

I POSSIBILI SOSTITUTI 

L'addio di Ivan Perisic spiana la strada alla titolarità di Robin Gosens, dopo un semestre fatto di spezzoni e duro lavoro per rimettersi in sesto, nel quale ha comunque segnato un gol e fornito un assist. Il tedesco sarà il titolare sulla fascia che fu di Brehme, e sulle sue spalle peserà parte della produzione offensiva interista: urge ritrovare quel giocatore che segnava 8-10 gol stagionali all'Atalanta. Ma servirà una riserva all'altezza dell'alta classifica e della Champions League, con Dimarco ormai fisso nel terzetto difensivo: il nome più sensato sarebbe quello di Kostic (Eintracht, scad. 2023), ma la dirigenza sembra pensare a un profilo italiano. Con Udogie troppo costoso (20mln) e comunque direzionato verso la Juventus, le idee sono due: Cambiaso (Genoa) e Parisi (Empoli). Col primo che sembrava essere stato bloccato dall'Inter, con la prospettiva di un prestito in Serie A prima dello sbarco in nerazzurro nel 2023/24. E ora potrebbe anticipare i tempi, dopo un buon anno nel Grifone. 

Andrea Cambiaso, gioiellino del Genoa

LEGGI ANCHE - Sky: l’Inter si fa avanti per Cambiaso


💬 Commenti