Inter-Genoa, Inzaghi: “Siamo ambiziosi. Dzeko mia richiesta. Con Lukaku...”

Scritto da Manuel Delon  | 
Inzaghi al raduno

Si riparte. Domani alle 18.30 si affronteranno a San Siro per il match valido per la prima giornata di campionato Inter e Genoa. Così il nuovo tecnico nerazzurro Simone Inzaghi, durante la conferenza stampa della vigilia, ha presentato la gara che attende i nerazzurri:

 

Quale emozione proverà al suo debutto sulla panchina nerazzurra? 

“Domani sarà emozionante ritrovare i tifosi dopo un anno e mezzo”. 

Che cosa è più curioso di vedere domani da parte della squadra? 

“Domani sarà difficile contro una squadra ben allenata e preparata. Quello che voglio vedere in campo sono i principi che ho trasmesso in questi 45 giorni di preparazione”

Qual è l'ambizione di questa squadra? Con quale intenzione cominciate questo campionato? 

“Gli obiettivi dell’Inter sono sempre ambiziosi. Non mi piace fare proclami. Dipende molto dalle motivazioni dei ragazzi. Sono fiducioso per la gara di domani e per la stagione”

Zanetti ha detto che sarà una stagione difficile e complicata. Puoi rassicurare i tifosi?

“Faremo di tutto per far sì che le cose vadano al meglio. Sappiamo che è una stagione difficile ma sono fiducioso per quello che ho visto nei campi di allenamento in questi 45 giorni. Con la società c’è un grandissimo rapporto”

Quanto la stimola prendere il posto di Conte? 

"So che è una sfida molto importante, i tifosi e l'ambiente sono vicini alla squadra, sanno che abbiamo dovuto far fronte a delle cessioni importanti perché bisognava mettere in sicurezza il club. Dovremo rimanere uniti e le motivazioni faranno la differenza".

Come cambia la tua idea di Inter con Dzeko in campo?

“Dzeko è uno dei migliori centravanti in circolazione. L’Ho chiesto alla società all’inizio. È completo e fa reparto da solo. Arriverà un altro giocatore a completare il reparto ma ho molte soluzioni”

Crede che L'Inter sia favorita? 

"Fare delle griglie è prematuro. Ci sono sette squadre tutte attrezzate, a me non piace fare proclami. Io dico solo che l'Inter sarà una squadra molto ambiziosa con delle motivazioni da vendere. I ragazzi si sono allenati nel migliore dei modi, lavoreremo e faremo del nostro meglio per difendere lo scudetto che abbiamo sul petto".

Prima della gara contro l'Atalanta al sesto turno, ci saranno Genoa, Verona, Sampdoria, Bologna e Fiorentina. Quanto sarà importante fare tanti punti in queste 5 partite?

“Sarà importante partire nel migliore dei modi. Abbiamo un calendario discreto, ma già domani la partita sarà tutt'altro che semplice. Il Genoa ha un ottimo allenatore e giocatori che giocano insieme da tanto tempo. Non sarà semplice, ma voglio cominciare nel migliore dei modi” .

In molti adesso vedono la Juve favorita. Secondo lei, però, che cosa ha ancora in più l'Inter per difendere il titolo?

“Dopo Hakimi e Eriksen abbiamo perso anche Lukaku. Quindi è normale che dall’esterno sembri che ci siamo indeboliti. Ma avere ambizione e spirito di gruppo sarà molto importante per fare bene”

L'Inter cerca ancora una punta. In base alla sua idea di gioco, alla squadra serve più un giocatore simile a Lukaku o più tecnico?

“C’è un confronto quotidiano con Marotta e Ausilio. Ora però voglio pensare solo alla partita di domani”. 

Sappiamo che ha cercato di trattenere Lukaku: che cosa ha detto al giocatore? E quanto peserà la sua assenza?

“Partenza inaspettata e non preventivata. Io, Marotta e Ausilio abbiamo cercato di convincerlo ma ha preso la sua decisione. È venuto da me e con educazione mi ha comunicato che sarebbe andato al Chelsea. Ora abbiamo Dzeko più un altro che arriverà”.

 

A cura di Manuel Delon


💬 Commenti