Inter, due ritorni "aiutano" l'addio di Lazaro e Dalbert? E Sanchez...

Scritto da Marco Corradi  | 

L'Inter pensa anche alle uscite, nell'attesa di definire l'operazione-Dybala e altre trattative impostate (Asllani e Bellanova), oltre che di ufficializzare i parametri zero Onana e Mkhitaryan. Sono due casi spinosi a tener banco in casa-Inter, e per una volta non parliamo dei cileni, su cui si dovrebbe accelerare per la buonuscita a luglio.

Parliamo invece di Valentino Lazaro e Dalbert, di rientro rispettivamente dal Benfica e dal Cagliari, che per motivi differenti hanno deciso di non riscattare i due esuberi nerazzurri. L'Inter, che presta entrambi da un paio d'anni ormai, ha deciso di assumere una posizione intransigente: nelle idee dei nerazzurri, entrambi i giocatori dovranno essere ceduti a titolo definitivo, col club che conta di recuperare una decina di milioni da queste due partenze. 

Secondo la Gazzetta dello Sport, ci sono delle pretendenti per entrambi: il Borussia Monchengladbach sulle tracce di Tino Lazaro (scad. 2024), il Nizza a caccia di Dalbert (scad. 2023). Con due ritorni che potrebbero “aiutare” nella corsa alla cessione dei giocatori: il Gladbach ha reingaggiato come allenatore Marco Rose, che conosce Lazaro dai tempi del Salisburgo e l'aveva voluto proprio nelle fila bianconere nella stagione 2020/21, mentre il Nizza sta per ingaggiare Lucien Favre per sostituire Galtier (PSG). Fu proprio Favre a lanciare e trasformare Dalbert in una macchina da assist, nell'annata che convinse l'Inter a comprarlo e fece sognare il titolo al Nizza, guidato in attacco da Balotelli. Due ritorni che potrebbero spingere i club ad acquistare i giocatori. O almeno così sperano l'Inter e i tifosi. 

SANCHEZ, ARRIVA UN DOPPIO NO

Futuro tutto in divenire, invece, per i cileni come vi dicevamo poc'anzi. Vidal è sempre conteso tra il Flamengo (in pole) e l'Al-Rayyan (deve cedere James per liberare il posto-stranieri), col Colo Colo in lontananza e il Boca Jrs che si è chiamato fuori, mentre Alexis Sanchez continua a mettere insieme rifiuti e destinazioni sfumate. Il Niño Maravilla, che aveva detto no a vari sondaggi dal Sudamerica (River su tutti) ed è stato sondato anche dall'Aston Villa e dall'Inter Miami (MLS), nelle scorse ore ha rifiutato il corteggiamento del Galatasaray e del Villarreal. Non ha fretta nel decidere il suo futuro, fretta che invece ha l'Inter: se il cileno non uscirà entro una decina di giorni, potrebbe sfumare Dybala. Ecco perchè a luglio potrebbero entrare nel vivo i dialoghi sulla risoluzione contrattuale di entrambi i cileni, che verrebbe caricata nel bilancio 2022/23. 

LEGGI ANCHE - Gazzetta - Inter-Dybala, l'offerta. E quel bonus-presenze...


💬 Commenti