Giovine Inter: gol e prestazione da Nazionale per Sensi

Scritto da Marco Corradi  | 

C'è un'altra Inter, oltre a quella che fatica in Serie A. Si tratta della Giovine Inter, di tutta quella sequela di talenti ed ex Primavera che hanno lasciato il club nerazzurro per tentare di imporsi in Italia o all'estero. Ecco il recap di questo turno di campionato.

I PORTIERI: NUOVO KO PER STANKOVIC

Continua ad essere un incubo l'Eredivisie del Volendam, ultimo con 5pti in 8 gare e 23 gol subiti. Contro il Fortuna Sittard, arriva un altro ko per Filip Stankovic (2-0): il portiere subisce due gol di pregevole fattura ed è fortunato quando gli avversari colpiscono palo e traversa, evitando un passivo peggiore. Gara da dimenticare per Filip e tranquilla per Radu: nessuna parata nell'1-1 tra Lecce e Cremonese. Secondo ko consecutivo per Bagheria (Recanatese), continua a non giocare Rovida (Carrarese). Zero presenze per l'ex portiere della Primavera. 

I DIFENSORI: DEBUTTA VANHEUSDEN

Inizia a vedere la luce Zinho Vanheusden, che disputa il primo e simbolico minuto nell'AZ dopo l'infortunio. Continua ad ottenere un ampio minutaggio, invece, Tino Lazaro nel Torino da esterno sinistro: buona prestazione e qualche spunto in dribbling, nonostante il ko contro il Napoli (3-1). Torna mestamente in panchina e non viene impiegato, invece, Franco Carboni nel Cagliari che perde 4-1 contro il Venezia: non impiegati anche Persyn (FC Eindhoven) e Pirola (Salernitana), mentre è out per un serio infortunio muscolare Hoti (Friburgo II). In Serie C, prosegue il buon prestito di Silvestro (Pro Vercelli): cambio ruolo per l'ex Primavera, ora braccetto destro nei tre difensori. Torna titolare dopo quattro panchine Sottini (Triestina), da terzino sinistro: i giuliani battono 3-2 la Virtus Verona. Impiego costante, invece, per Zugaro (Sangiuliano City). Sempre in panchina A. Moretti (Pro Sesto). 

I CENTROCAMPISTI: SENSI DA NAZIONALE

Per una volta, non è Giovanni Fabbian a prendersi la scena: la mezzala, in gol nell'U20, non incide nel ko della Reggina contro il Modena (1-0). Incanta, invece, Stefano Sensi nel Monza: il cambio modulo, con Sensi e Rovella mediani nel 3-4-2-1 e Caprari-Pessina trequartisti, esalta le caratteristiche dell'ex Sassuolo. Arrivano puntuali una prestazione-monstre, da Nazionale, e il secondo gol con una magia dalla distanza. Terza consecutiva da titolare per Oristanio (Volendam), torna in campo Pompetti nella vittoria del Sudtirol contro il Palermo. Solo mezz'ora, a sorpresa, per Agoumé nel Troyes che pareggia 2-2 col Reims. In Serie C, panchina per Sangalli (Lecco) e Peschetola (Foggia), ma anche per Squizzato (Renate) e Wieser (Pro Sesto). Gioca (sempre) il solo Nunziatini nel San Donato Tavernelle. 

GLI ATTACCANTI: SATRIANO DELUDE, ASSIST PER SALCEDO

Passo indietro per Martin Satriano (Empoli), che stecca contro il Milan, pagando forse l'impegno con l'Uruguay. Primo assist stagionale per Eddie Salcedo, da subentrante (21') nel Bari che vince 6-2 contro il Brescia, mentre scivola nuovamente in panchina Seba Esposito: solo 23' nell'Anderlecht che va ko contro lo Charleroi (1-0). Titolarità per Males (Basilea), Colidio (Tigre) e Mulattieri (Frosinone), fermo a due gol stagionali. Si rivede anche Fonseca, col secondo spezzone (4') nell'Imolese in C. 


💬 Commenti