Festival del gol a San Siro, 6 reti al Bologna. Dzeko-doppietta, bene Dumfries

Scritto da Luca Mercuri  | 

Vittoria importante per l'Inter a San Siro che domina un pericoloso Bologna 6 a 1 grazie alle reti di Lautaro Martinez, Skirniar, Barella e alle due reti del subentrato Dzeko. Eccezionale la prova dei nerazzurri che avevano di fronte un avversario ostico e difficile ma che sono riusciti ad avere largamente la meglio. Ottima la prestazione di Lautaro sia nell'insolita posizione di prima punta (fino all'ingresso di Dzeko) che nel suo solito ruolo di supporto al centravanti, molto bene anche Dumfries all'esordio da titolare e Dzeko che lasciato inizialmente in panchina è entrato e ha siglato una doppietta.

HANDANOVIC 6,5 - Spettatore non pagante per gran parte del match si fa comunque trovare pornto quando viene chiamato in causa. Totalmente incolpevole sul gol della bandiera di Theate. 

SKRINIAR 7,5 - Continua il suo stato di grazia. Insuperabile dietro e decisivo davanti, trova il gol del 2 a 0 da calcio d'angolo dimostrando la sua ritrovata confidenza con il gol. In questo momento sembra essere il giocatore più in forma di tutta la rosa nerazzurra.

DE VRIJ 6,5 - Ordinaria amministrazione per il pilastro difensivo nerazzurro. Esce nel secondo tempo a risultato acquisito quando il Bologna era ormai tagliato dai giochi. (dal 67' Ranocchia 6 -  Esordio stagionale felice per il veterano nerazzurro che dimostra comunque grande affidabilità.)

BASTONI 6,5 - Linfortunio è fortunatamente alle spalle.Dopo l'ottima prova europea torna titolare anche in Serie A dimostrando, nonostante la prova agevole, di essere imprescindibile per gli equilibri interisti. (dal 74' Kolarov 6 -  Esordio stagionale anche per il serbo che dopo un'annata difficile, nelle rotazioni potrà essere utilissimo.)

DUMFRIES 7 - Ottima prova dell'esterno olandese. Inutile fare paragoni con il passato ma il nuovo numero 2 interista è un grande fattore contro i rossoblu. Assist spacca-partita per Lautaro ed una spinta costante per tutti i 90 minuti.

VECINO 6,5 - Schierato a sorpresa dal primo minuto dimostra di poter essere molto importante nelle rotazioni della squadra. Un gol di pregevole fattura e 90 minuti importanti anche per ritrovare la continuità persa nell'ultima stagione. 

BROZOVIC 6.5- Solita prestazione di quantità e qualità. Ormai è chiaro che esiste un'Inter con Brozovic e un'Inter senza il croato. (al 74' GAGLIARDINI 6 - Entra a risultato già acquisito e contribuisice a dare ordine al centrocampo.)

BARELLA 7 - Ormai non fa più notizia. Quantità, qualità e la preziosa rete del 3 a 0. Gioca su di un altro livello e si vede. Non sembra soffrire mai la stanchezza e col passare dei minuti aumenta sempre di giri.

DIMARCO 7 - Il giovane canterano è ormai un punto fermo della squadra di Simone Inzaghi. Che inizi dalla panchina o che parta titolare riesce sempre a farsi trovare pronto. Cross a ripetizione e una buona copertura difensiva fanno del classe '97 uno degli acquisti più azzeccati della stagione.

CORREA 6 - Difficile da valutare visto che termina la sua gara prima della mezz'ora. Dimostra di poter giocare insieme a Lautaro Martinez ma spesso manca di continuità all'interno della partita. Alterna ottime giocate ad errori grossolani causati dalla troppa sicurezza nelle proprie qualità. Sarà sicuramente importante nelle rotazioni ma deve cercare di essere più al centro del gioco. Peccato per l'infortunio che lo toglie dalla gara troppo presto, con la speranza che non sia nulla di grave. (dal 29' Dzeko 8 -  Inizialmente lasciato in panchina entra e segna due gol. Nel mezzo dimostra le sue ormai consuete qualità da regista offensivo. Sarà davvero difficile tenerlo fuori durante questa stagione.)

LAUTARO MARTINEZ 7 - Parte prima punta e finisce a supporto di Dzeko. Trova la rete che indirizza il match (la sua terza stagionale). Nel resto della partita si fa nortare per la sua grande qualità di raccordo al gioco e per la capacità di saper recuperare palla e lanciarsi verso la porta avversaria. (dal 74' Sanchez 6 -  Esordio stagionale per il cileno che mister Inzaghi tiene sempre in grande considerazione. Se il fisico reggerà avrà tempo di rendersi utile e di entrare stabilmente nelle rotazioni.)

All. SIMONE INZAGHI 7,5 - Domina su larga scala l'amico Mihajlovic. Cambia alcune pedine e continua nella girandola dei cambi ma l'Inter si dimostra in grande forma. Sei reti dopo il pareggio contro la Sampdoria e il deludente esordio in Champions sono una grande risposta. La squadra lo segue e si vede e rispetto al passato sta dando priorità al bel gioco. L'inizio di stagione è molto positivo, bravo.


💬 Commenti