Pinamonti continua a segnare nell'Empoli. Merita di tornare all'Inter?

Scritto da Marco Corradi  | 

Una doppietta per riaccendere l'eterno dibattito che circonda i giocatori usciti dal vivaio e attualmente in prestito. Andrea Pinamonti si è preso la scena questo pomeriggio, nella sensazionale rimonta dell'Empoli, passato da 0-2 a 3-2 in sette minuti grazie alle follie difensive del Napoli: la rete di Henderson ad aprire la strada, e poi la doppietta di Pina-gol a chiudere il rocambolesco ribaltone. Due gol da rapinatore d'area, in due situazioni differenti: il primo sfruttando lo svarione di Meret, il secondo con un inserimento alla Inzaghi su un cross dalla fascia, ad approfittare di un piazzamento rivedibile dei partenopei. Due gol che portano Pinamonti a quota 12 gol e riaccendono, come dicevamo, il dibattito: l'attaccante classe ‘99 deve rientrare all’Inter da protagonista? 

PINA-SÌ: PERCHÈ RIPORTARLO ALLA BASE - I 12 gol di Pinamonti pesano come un macigno nella stagione dell'Empoli e nella testa dei tifosi dell'Inter, che da sempre sognano di vedere un giocatore del vivaio sfondare con la maglia da titolare. Pina ha segnato un quarto dei gol dell'Empoli, che per onor di cronaca non vinceva dal 12 dicembre, prima del ribaltone odierno: ironia della sorte, l'ultimo successo era arrivato proprio contro il Napoli, che ha dunque negli Andreazzoli-boys la sua bestia nera e il distruttore dei sogni-scudetto. I suoi gol sono arrivati negli scontri diretti per la salvezza, ma anche contro le big: Fiorentina, Milan, Roma e Napoli (doppietta) sono state punite dal centravanti nerazzurro. Perchè riportarlo alla base? Perchè non costerebbe assolutamente nulla e, come Dimarco, darebbe quel qualcosa in più per l'Inter, la squadra del suo cuore e con cui è cresciuto. La situazione è la stessa dell'ex Verona: Pina-gol, come il terzino, è stato uno dei protagonisti della Serie A. E un attacco Dzeko, Lautaro, Correa, Pinamonti col 22enne come quarta punta potrebbe essere un'opzione low-cost, che consentirebbe di spostare il budget su altre posizioni del campo. C'è poi un altro fattore, quello del paragone fatto da parte della tifoseria (e alcuni addetti ai lavori) con Scamacca: l'attaccante romano, che giocherà domani contro la Juventus, è fermo a 13 gol in 31 gare, viene valutato 45mln per il suo grande potenziale e piace a tutte le big italiane. Pinamonti ha segnato un gol in meno (e le stesse reti di Osimhen), eppure parte della tifoseria non vede l'ora di trasformarlo in plusvalenza. Perchè sminuire sempre i talenti dell'Inter, come succede anche con quell'Agoumé che si sta comportando molto bene in Francia?

PINA-NO: CESSIONE E PLUSVALENZA - E dunque veniamo alla posizione contraria, che chiameremo Pina-no. Perchè Pinamonti non dovrebbe rientrare alla base ed essere confermato? Il motivo principale si chiama “scelte societarie”: da settimane si rincorrono le voci secondo cui l'Inter dovrebbe effettuare un altro importante attivo nel mercato (+70 o +80) per scelta della proprietà e per ridurre le perdite di bilancio. Cedere un Pinamonti che rischia di arrivare a 15 gol stagionali, dunque, rappresenterebbe una ghiotta occasione per evitare la cessione di un big: i due indiziati per l'addio sarebbero de Vrij e Lautaro, ma le eventuali cessioni degli esuberi e dei talenti che si stanno comportando bene in prestito potrebbero evitare una partenza eccellente. E qui veniamo all'altro discorso: quanto vale Pinamonti? In un calcio normale, la sua valutazione oscillerebbe tra 20 e 25mln. Nel calcio attuale, quello delle ipervalutazioni dopo un'annata di buon livello (45mln per Scamacca, 35 Frattesi, 30 Bertolacci ai tempi del Milan ecc ecc), il prezzo potrebbe anche salire notevolmente, soprattutto se arrivassero sondaggi dall'estero o dalla Premier League. Al momento, sono tre i club che hanno manifestato interesse e/o sondato Pinamonti: la Lazio come vice-Immobile, il Torino come post-Belotti, il Sassuolo come post-Scamacca. Con due di questi club (Sassuolo e Toro), l'Inter ha in piedi sondaggi e/o operazioni di mercato, quindi Pina-gol potrebbe diventare una pedina di scambio per Scamacca o Bremer. Immaginatevi questo scenario: Pinamonti, valutato 25mln, che viene scambiato alla pari con Bremer. A quel punto, anche i sostenitori del suo rientro verosimilmente cambierebbero idea. Ma sono tutti discorsi teorici, e ognuno ha la sua posizione. E voi, da che parte state?


💬 Commenti