ESCLUSIVA - Canuti: "Supercoppa? L'Inter è sempre pazza..."

Nazzareno Canuti, doppio ex di Inter e Milan, ha parlato ai nostri microfoni in esclusiva in vista della Supercoppa di stasera: "Non c'è un risultato certo, l'Inter è sempre pazza. E su Skriniar..."

Scritto da Mattia Bianchi  | 

ESCLUSIVA - Canuti sulla Supercoppa: “Nessun risultato è certo perché l'Inter è sempre pazza”

Mancano ormai poche ore dalla Supercoppa, con l'Inter che ritrova i rivali cittadini del Milan per la terza volta di fila in una rivale di Coppa. Le edizioni precedenti furono nel lontano 1977 e nel 2011, con entrambi vincitori gli attuali campioni d'Italia in carica. A proposito, calciomercatointer.eu ha intervistato in esclusiva il doppio ex Nazzareno Canuti, vincitore con la Beneamata di uno scudetto (1979-80) e di due Coppe Italia (1978 e 1982). Canuti ha parlato a 360° sull'Inter del momento, con delle riflessioni su alcuni giocatori. 

Nazzareno, come vedi attualmente l'Inter a poche ore dal primo appuntamento importante della stagione?

Beh, l'Inter è sempre pazza, come al solito (ride, ndr). Penso che il Napoli è il favorito assoluto per lo Scudetto. Inter, Juve e le altre pretendenti devono rassegnarsi ormai. Può solo perderlo il Napoli questo campionato”. 

Effettivamente fin qui è stato un rullo compressore. Ma come ha fatto allora a perdere contro l'Inter il 4 gennaio?

Ci sta perdere una partita durante il campionato. E' successo anche all'Inter quando ha vinto il campionato due anni fa. Io poi sono dell'idea che squadra che vince non si cambia. Ieri sera però contro la Cremonese in Coppa Italia è scesa tutt'altra squadra che ha sottovalutato gli ospiti. Questi ovviamente non si sono persi d'animo ed hanno vinto meritatamente”. 

Per te, Inzaghi può trarre ispirazione da quella vittoria di qualche settimana fa per la partita di stasera?

La partita di stasera è secca, per cui può succedere di tutto. Questo non toglie che devi giocartela a viso aperto. Spero sia una partita bella. Se entrambe giocano bene, ci sarà da divertirsi”.

Tu chi vedi messa meglio tra Inter e Milan?

In teoria per gli ultimi risultati scommetterei l'Inter. Tuttavia mai dare per scontato niente solo perché vieni da un piccolo periodo di risultati positivi. E' sempre un derby, seppur in luoghi lontani. Quando giocavo io erano più sentiti, ma lo è comunque oggi. Non mi piace che giochino lontano, poi con uno stadio come San Siro è un po' un peccato”.

Però stasera sarà tutto esaurito a Riad….

Certo, perché Inter e Milan sono due squadre blasonate. Entrambe hanno collezionato successi in Europa e questo ha portato tanti tifosi non italiani a portare simpatie per le due milanesi”.

Molti hanno osservato che l'Inter è stata quella tra le pretendenti allo Scudetto con il maggior numero di reti subite. Cosa non va, soprattutto in difesa?

Il muro difensivo è diventato un muretto. L'Inter ha preso troppi gol perché è dato dal fatto di giocare a zona. Io sono del parere che negli ultimi 25 metri si deve giocare a uomo e non a zona. Però, sai, in un gioco di oggi dove si tende a ripartire dal basso non è facile, anche se questi passaggini continui ti annoiano. Un'altra cosa che mi dà fastidio della zona è prendere gol nell'area piccola. Marcature così a grandi distanze ti fanno perdere punti ed anche coppe importanti”. 

A proposito di difesa e difensori, ti aspettavi una scalata così rapida nelle gerarchie di Acerbi?

Acerbi è un difensore molto composto, umile e professionale. Semplicemente fa quello che facevano uno dei difensori una volta e questo lo giudico molto positivo”. 

Lo terresti un altro anno?

Il difensore buono io me lo tengo. Non è un affare contorto come Skriniar”. 

Skriniar… Come finisce per te la vicenda del rinnovo tra lui e l'Inter?

Spero che l'Inter non commetta la sciocchezza di mandarlo via a zero, però se al PSG ti danno quei soldi cosa si fa? Nel frattempo mi troverò un altro difensore, ma mi dispiacerebbe molto perché è un giocatore forte”. 

Però allora se l'Inter volesse qualcosa, dovrebbe vedere Skriniar entro il 31 gennaio…

Bisogna vedere se accetta lui e soprattutto Zhang. I cinesi non è gente stupida negli affari…”.

Se dovessi scegliere, chi lasceresti andare tra Acerbi e Skriniar?

Se arrivano soldi importanti per Skriniar, lo lascio andare. E mi tengo Acerbi,  ma queste sono opinioni mie. Zhang sa cosa fare”.

Hai citato Zhang. Al di là delle sue rassicurazioni, si dice che lui è in Arabia anche per trovare nuovi partner. Partners o acquirenti?

Se lui trova dei partners e dei soldi per gestire meglio, deciderà cosa è meglio per il club. Trovo però che in questo è molto, fin troppo riservato. Questa è una proprietà molto diversa rispetto a quelle italiane che ha avuto l'Inter. I "nostri" erano più familiari ed erano più in confidenza anche con la tifoseria”. 

Inzaghi è alla seconda stagione all'Inter. Dopo l'anno scorso lo trovi più maturo o può fare ancora meglio?

Essere allenatori è uno dei mestieri più difficili assieme ad essere genitori. Tenere a bada 27 giocatori in rosa non è per tutti. Sta facendo bene anche se sbaglia alcune cose. Per esempio, quando un giocatore viene ammonito lo sostituisce per paura che becchi il secondo giallo. Non capisco perché”. 

Ma è un leader con polso, al netto delle tante critiche?

Alla fine credo di sì. Quando tutta la squadra è dalla tua parte anche nei momenti di difficoltà è già un grande successo. Puoi comunque fare altre cose buone”. 

L'attacco interista sente molto l'assenza di Lukaku. E' stato giusto riprenderlo?

E' stata una delusione finora. Due anni fa piangevamo perché se n'era andato. Poi il ritorno inaspettato per molti ha riacceso le speranze. Ora però è preso da un infortunio dietro l'altro. Tutti vorrebbero che fosse subito ripreso. Per casi come questo ci vuole tempo. Eppure quando è in forma è un calciatore fondamentale. Un'altra delusione di cui non tutti parlano è Correa. Non mi piace quando è in campo, dimostra poca cattiveria. S'impegna come se ci fossero le amichevoli”. 


💬 Commenti