ESCLUSIVA - Fontana: "Stasera l'Inter può riaprire tutto"

A poche ore da Inter-Napoli, l'ex portiere Fontana ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni: "L'Inter può riaprire tutto con una vittoria stasera. Onana può ancora giocarsi le sue carte".

Scritto da Mattia Bianchi  | 

Verso Inter-Napoli, parla Jimmy Fontana: “Si può riaprire tutto con una vittoria”

A poche ore dall'attesa partita Inter-Napoli, calciomercatointer.eu ha intervistato in esclusiva Alberto Jimmy Fontana. L'ex portiere dei nerazzurri ma anche dei partenopei per un brevissimo periodo ha parlato delle due squadre, con un occhio agli impegni prossimi. 

Jimmy, come arrivano alla partita di stasera Inter e Napoli?

Per riaprire il campionato e rimettere in discussione la classifica l'Inter farà di tutto per vincere. 5 mesi di dominazione totale del Napoli sono stati sorprendenti, sia in Italia che in Champions League. Ripartire dopo una sosta così atipica è imprevedibile. Nessuno può sapere come andrà, anche perché il Napoli stava appassionando con il suo gioco e la sua grinta. In questa prima parte del campionato è stato il protagonista, ma ora è tutta un'altra storia”.

Quanto può contare un giocatore che ha appena vinto un Mondiale come Lautaro Martinez sul gruppo?

"Sicuramente vincere aiuta a vincere. L'Inter deve riaprire il campionato assolutamente perché finora il Napoli ha preso il largo anche in maniera importante. Difficilmente è successo negli ultimi anni. Sono partite in cui può succedere di tutto e ritengo che l'Inter farà di tutto per vincere".

In questo big match i portieri Onana e Meret possono fare la differenza? 

Sono dell'idea che bisogna fare attenzione a non esaltarlo troppo. Onana viene da un campionato totalmente diverso, dove le partite tra la capolista e quelle in bassa classifica somigliano a delle amichevoli. Questo in Italia non succede, anche perché le piccole con una grande spesso danno l'anima. Ciononostante, ha l'occasione di giocarsi tante carte ancora, perché c'è l'altra metà del campionato. Diamogli tempo. Meret? Io sono un suo fan, sta avendo grandi soddisfazioni, dopo un periodo difficile. Se le merita tutte. Finora è un giocatore che ha reso tantissimo. E quando la squadra gira bene è anche merito del portiere. Del resto, tutte le squadre che hanno fatto la storia del calcio hanno avuto grandi giocatori fra i pali”. 

Onana deve aver più tempo, eppure ha presto soffiato il posto ad Handanovic. Perché?

E' difficile entrare in dettagli del genere. L'Inter ha vissuto una prima parte di stagione con qualche gol di troppo preso, ma non per colpa di Handanovic a mio modo di vedere. E' stata meno efficace la squadra in quelle partite, in particolare nella fase difensiva. Bene che l'Inter lo abbia preso praticamente a 0, ma la storia del calcio insegna che i grandi portieri ci hanno messo un pochettino prima di affermarsi definitivamente, figurarsi poi quelli che arrivano da altri campionati…”. 

Come vedi Handanovic a fine stagione: si ritira o continuerà ancora?

Penso che appenderà le scarpe al muro. E' una persona che ha vissuto così tanti anni all'Inter che, se dovesse rimanere come membro dello staff tecnico dei nerazzurri, darebbe un bel messaggio di attaccamento ai colori”. 

Come ha agito secondo te l'ex Spalletti? 

"C'è solo da applaudirlo. Ha mostrato un calcio splendido. Il lavoro che ha fatto è stato fantastico. Ora però ci saranno altre partite che si dovranno portare a casa anche senza giocare per forza un bel gioco. Insomma, le cosiddette “partite sporche”. Se il Napoli riuscirà anche in questo, allora per le avversarie Inter compresa sarà molto difficile stare dietro ai partenopei". 

E Inzaghi?

Inzaghi ha fatto bene finora a Milano. Ovvio che tutti vogliono il grande risultato, ma ha ancora disposizione tanti incontri dove può vincere qualcosa d'importante. Inoltre, lo stimo come persona”. 

Quanto conta quest'anno la Supercoppa contro il Milan?

Tantissimo. L'Inter vuole la rivincita dopo l'anno scorso. Nella passata stagione erra la favorita per vincere ancora il campionato, poi sappiamo tutti com'è andata. Spesso una partita come quella può accendere una fiammella che cambi la stagione. La finale di Supercoppa è più attesa che mai, soprattutto dall'Inter”.

Skriniar resta o se ne va?

Credo che l'Inter non lo voglia vendere, ma bisogna tenere conto anche della proposta della controparte. E' però plausibile che uno di fronte a offerte molto importanti (PSG, ndr) ci pensi e non poco”. 


💬 Commenti