Sensi, Satriano e non solo: Inter, le novità in uscita

Scritto da Marco Corradi  | 

Mentre studia il mercato per capire se e come muoversi in entrata, con la possibilità di inserire un centrocampista e i sondaggi per la fascia sinistra, l'Inter effettua passi avanti per quel che riguarda le uscite. 

La prima cessione è già incamminata, con l'ufficialità e gli annunci in vista. Martin Satriano, che quest'oggi si è recato in sede per rinnovare e definire gli ultimi dettagli della sua partenza, sbarcherà in Francia: lo attende il Brest, che lo ingaggia con la formula del prestito secco e ha garantito all'Inter che l'uruguagio avrà parecchie chances di mettersi in mostra, vista la situazione di classifica e l'ampio margine sulla zona-retrocessione. Con una curiosità: Satri-gol ritroverà Agoumé, titolarissimo nel Brest e ottimo in Ligue 1 sin qui. La sua non è l'unica possibile uscita della sessione invernale.

DA SENSI A… BRAZAO: I GIOCATORI IN USCITA 

Non è un mistero, infatti, che l'Inter voglia cedere in prestito Stefano Sensi. L'idea è chiara: un prestito semestrale per consentire al centrocampista di uscire dal loop in cui è invischiato in casa nerazzurra, fatto di infortuni, rientri e scarsissimo minutaggio dovuto al timore (suo, ma non solo) di nuovi stop. Sensi, altrove, potrebbe ritrovare continuità e fiducia, e c'è una società che si è mossa concretamente: la Sampdoria l'ha chiesto in prestito e attende la risposta dell'ex Sassuolo. Alla finestra ci sono Bologna, Cagliari, Fiorentina e Sassuolo, ma solo il Doria ha fatto passi concreti: resta da capire se Sensi accoglierà con piacere la destinazione o meno. I rumours dicono di un'iniziale apertura alla destinazione, dopo qualche scetticismo iniziale.

La sua partenza, sommata alla situazione di Vecino, potrebbe portare l'Inter a effettuare un innesto a centrocampo: l'uruguagio infatti non rinnoverà il contratto in scadenza, sulle sue tracce c'è la Lazio che offre un triennale per l'estate ed effettuerà un (timido) tentativo per ingaggiarlo subito. Ne va da sè che Vecino, in entrambe le situazioni (che parta subito o meno) sarebbe ai margini del progetto e dunque l'Inter potrebbe accelerare per un acquisto a titolo temporaneo e/o definitivo, come richiesto da Inzaghi. Il nome indicato da più parti è quello di Nandez, ma occhio al Toro, che sta effettuando un serio tentativo in queste ore per l'uruguagio. 

L'ultima situazione in uscita è, forse, quella meno nota al grande pubblico. Il giovane portiere Brazao, reduce da prestiti tutt'altro che esaltanti, si era rotto il crociato in ritiro proprio mentre stava per trasferirsi in prestito secco al Cosenza col posto da titolare garantito. Rientrerà a breve, e l'Inter gli sta cercando una sistemazione: difficili le piste italiane, perchè chi cerca un portiere in Serie B spesso si trova in situazioni precarie (zona-retrocessione), e allora ecco l'idea brasiliana. Il Cruzeiro, club in cui è cresciuto e che da qualche giorno è di proprietà di Ronaldo il Fenomeno (cresciuto come lui nella Raposa, invischiata in Serie B), valuta di ingaggiarlo in prestito. 

L'INCOGNITA-KOLAROV

Sensi, Satriano, Brazao e forse Vecino: sono questi i nomi in uscita, con l'incognita-Kolarov. Se deciderà di appendere le scarpette al chiodo già a gennaio (come ha riportato il CorSport), risolvere consensualmente il contratto ed entrare nello staff di Inzaghi, allora l'Inter potrebbe anticipare l'investimento sulla fascia sinistra a gennaio. Kostic e Bensebaini i due nomi caldi, ma occhio alle sorprese o a eventuali soluzioni “semestrali”…


💬 Commenti