Giovine Inter: Radu migliore in campo contro la Roma, Mulattieri in gol

Scritto da Marco Corradi  | 

C'è un'altra Inter, oltre a quella che ha sconfitto nettamente lo Spezia. Si tratta della Giovine Inter, di tutta quella sequela di talenti ed ex Primavera che hanno lasciato il club nerazzurro: molti di loro sono in Serie C, campionato che inizierà (forse) il 4 settembre, molti altri invece si stanno mettendo in luce con prestazioni più o meno positive. Ecco il recap di questa settimana.

I PORTIERI: RADU MVP CONTRO LA ROMA

Una prestazione-monstre per cancellare la papera che era costata la sconfitta contro la Fiorentina. Ionut Radu era chiamato a una reazione e risponde presente, nella grande serata della Cremonese contro la Roma: se i grigiorossi, ottimi nella zona offensiva ma non perfetti nella retroguardia, perdono solo 1-0 è merito del portiere nerazzurro. Perfetto tra i pali, con due grandissimi interventi, e incolpevole sul gol: Radu MVP all'Olimpico. Non ha giocato Filip Stankovic: Volendam a riposo, visto che il PSV ha chiesto ed ottenuto il rinvio della sfida di Eredivisie per prepararsi al ritorno dei preliminari di Champions: si parte dal 2-2 di Ibrox contro i Rangers. 

I DIFENSORI: CARBONI CONTINUA A NON GIOCARE, 18' PER LAZARO

Con Vanheusden (AZ), Pirola (Monza) e Persyn (FC Eindhoven) out, si contano sulle dita di una mano i giovani difensori nerazzurri impiegati dai loro nuovi club. L'unico che gioca con continuità è Andi Hoti, che ora milita in 3.Liga col Friburgo II: quarta consecutiva da titolare, con un buon rendimento e una vittoria per 1-0 che porta la formazione riserve dei tedeschi in 6a posizione con 10pti, contro i 15 del Monaco 1860. Solo otto minuti per Franco Carboni, che rischia di essere un saltuario comprimario nel Cagliari, visto che ora arriverà anche Barreca. 18' per Lazaro, senza incidere, nello 0-0 tra Lazio e Torino

I CENTROCAMPISTI: SENSI TRAVOLTO DAL NAPOLI, FABBIAN E POMPETTI TITOLARISSIMI

L'Inter sorride per le possibilità di crescita di Marco Pompetti e Giovanni Fabbian, ormai titolari inamovibili nel Südtirol e nella Reggina. L'ex Pescara gioca da regista nel 4-3-3 degli altoatesini, guidati dall'ex Roma Leandro Greco e sconfitti 2-1 dal Venezia: un'altra buona prestazione per lui, dopo il rigore guadagnato all'esordio. Fabbian, ex Primavera, ha conquistato Pippo Inzaghi: terza consecutiva da titolare e 90' nella sconfitta (1-0) contro la Ternana. Il classe 2003 si sta imponendo in Serie B. Prima da titolare anche per Stefano Sensi nel Monza, una squadra slegata e in grande difficoltà: male l'ex Sassuolo nel 4-0 contro il Napoli. Non ha giocato Oristanio, per il già citato discorso-Volendam. 

GLI ATTACCANTI: MULATTIERI IN GOL, TRIS PER MALES

In attacco sorride Samuele Mulattieri, che realizza il primo gol nel Frosinone. L'attaccante, ex Crotone, viene impiegato da subentrante contro il Brescia, con Luca Moro titolare, ma riesce ad incidere: è suo il gol che chiude la partita. 15' e una rete, ottimo impatto. Tris in Coppa di Svizzera, invece, per Darian Males nel Basilea: l'esterno svizzero gioca titolare contro il modesto Allschwil e timbra una tripletta. Solo 23' per Satriano nell'Empoli, che pareggia 0-0 contro la Fiorentina: al nerazzurro vengono preferiti Lammers e Destro, e ora potrebbe arrivare Kouamé a togliergli altro spazio. Anderlecht a riposo in vista della Conference League, quindi Seba Esposito non ha giocato. Titolarissimo, invece, Colidio nel Tigre da ala sinistra nel tridente: il Colon vince 2-1, ma l'ex Boca Jrs continua la sua positiva crescita in patria. 


💬 Commenti