Napoli-Inter 1-1. Handanovic torna decisivo, De Vrij Irriconoscibile.

Scritto da Luca Mercuri  | 

Finisce in parità il big match contro il Napoli allo stadio Maradona. L'Inter evita il sorpasso dei partenopei ma domani rischierà il sorpasso dei cugini rossoneri in caso dovessero sconfiggere la Sampdoria nel Lunch-match.
Partita in sofferenza dei nerazzurri che trovano il pareggio grazie a Dzeko e lo mantengono grazie ad un redivivo Handanovic. Malissimo De Vrij e Lautaro Martinez, lontani parenti di quanto fatto vedere nel corso della stagione.

Queste la pagelle dei nerazzurri:

Samir Handanovic 6,5: Dopo due partite negative torna a brillare. Indovina l'angolo del rigore ma non può evitare il vantaggio partenopeo. Miracoloso su Osimhen, intervento amarcord che ricorda il miglior Batman-Handanovic. Servirà questo suo rendimento per affrontare la restate parte di stagione.

Milan Skriniar 7: Con De Vrij in crisi nera e Bastoni squalificato tocca a lui guidare la difesa. L'attacco del Napoli fa paura ma lo slovacco riesce a respingere ogni attacco. Neutralizza in più occasioni Insigne e argina le progressioni offensive di Osimhen. Dimostra di essere in un grande stato di forma e di essere sempre più indispensabile.

Stefan De Vrij 4,5: Dopo il disastro del derby un altra partita altamente negativa. Dopo soli 5 minuti stende Osimhen con un intervento fuori da ogni logica. Patisce l'errore e gioca una partita in costante difficoltà. Deve ritrovarsi o per i nerazzurri saranno problemi. 

Federico Dimarco 6: Non facile sostituire Bastoni contro un attacco come quello degli azzurri ma non sfigura. Contiene bene Politano prima ed Elmas dopo. Non si concede in proiezioni offensive ma non era questa la partita adatta per armare il suo mancino. (Dal 91' D'Ambrosio S.V.)

Denzel Dumfries 6,5: Uno dei più positivi dei suoi. Non si risparmia in fase offensiva e da il suo contributo in fase difensiva. Se solo diventasse più cinico negli ultimi metri avrebbe tutte le carte in regola per paragonarsi all'ex Hakimi.

Nicolò Barella 6,5: Solita prestazione a tutto campo del numero 23. Manca il guizzo offensivo ma è un fattore in tutti i 90 minuti. La sua assenza in Champions League sarà pesantissima.

Marcelo Brozovic 6: Il croato in aria di rinnovo è apparso appannato nelle ultime uscite. Partita comunque sufficienza senza picchi della sua consueta qualità ma anche priva di particolari sbavature. Rimedia però il giallo che gli farà saltare il prossimo turno di campionato. Riposo meritato.

Calhanoglu 5,5: Non il miglior Calha visto in stagione. Non trova spazio tra le maglie azzurre in cui far vedere le sue qualità tecniche e balistiche e si limita alla battaglia. (Dal 83' Vidal S.V.)

Ivan Perisic 6,5: Si conferma ancora una volta tra i più in forma dei suoi. Crea parecchie occasione sulla sua fascia e ripiega costantemente a supporto della difesa. Sarà dura per Gosens togliergli il posto da titolare.

Edin Dzeko 6: Partita complicatissima per il gigante bosniaco. La difesa di Spalletti non è la meno battuta della Serie A per caso e per il bomber interista diventa difficilissimo rendersi pericoloso. Al minuti 47' però converte in gol, non senza fortuna, una palla sporca. Quanto basta per uscire dall'ex San Paolo con un punto.

Lautaro Martinez 4,5: Va bene che la difesa del Napoli è la meno battuta della Serie A ma il toro argentino ci mette del suo per non rendersi pericoloso. Galleggia tra le linee senza mai rendersi utile alla manovra e senza mai calciare in porta. Periodo di flessione anche per lui, servirà ritrovare la forma fisica e soprattuto mentale. (Dal 83' Sanchez S.V.)

All. Massimiliano Farris (vice-allenatore) 6: Partita da subito complicata con il vantaggio partenopeo su rigore dopo soli 7 minuti. Ha il merito di tenere in partita i suoi che a inizio ripresa trovano il pareggio. Mancata un po' di malizia per sferrare il colpo del KO ma un punto a Napoli non è mai un risultato negativo.

 

Luca Mercuri

 

 

 


💬 Commenti