Marotta: "La Coppa Italia è un obiettivo. Dybala? Rimane un concetto..."

Prima del match di Coppa Italia tra Inter ed Empoli, Marotta ha parlato ai microfoni di Mediaset facendo il punto della situazione su più temi.

Scritto da Manuel Delon  | 
Foto: Inter.it

Prima la Supercoppa italiana, poi il campionato e adesso tocca alla Coppa Italia: stasera, alle 21.00, l'Inter scenderà in campo a San Siro contro l'Empoli per giocarsi il passaggio ai quarti della competizione. Prima del match, Marotta è intervenuto ai microfoni di Mediaset: "Coppa Italia assolutamente un obiettivo. Inter ha obbligo di ottenere il massimo e stasera il massimo è passare il turno"

L'amministratore delegato nerazzurro, di seguito, ha parlato di mercato: "Frattesi e Scamacca? Normale che l'attenzione ci sia su questi ragazzi da parte di molti club, normale che anche l'Inter li guardi con attenzione. Tutti lavoriamo nell'intento di rinforzare l'Inter, guardando soprattutto il made in Italy. Lo guardiamo con attenzione".

Pure di Dybala, tema di cui si è parlato molto negli ultimi giorni: "Dybala? Quando un giocatore di questo valore va in scadenza, è normale che venga avvicinato a tanti club importanti. Noi abbiamo reparto offensivo di grande valore, stanno rispondendo alle richieste. Rimane un concetto: il management deve essere molto ambizioso nella ricerca di giocatori. E anche se l'obiettivo non si centra non importa, tentativi vanno fatti. Su questo o quel giocatore vogliamo esserci. Ma il reparto offensivo ci dà garanzie per il futuro".

E anche dei giocatori che quest'estate hanno fatto le valigie e sono andati altrove: "Tutti vogliono tornare all'Inter? Noi guardiamo con molta felicità al presente, con l'Inter che è tornata al suo blasone. Questo è merito di tutte le componenti societarie. Posso dire che l'appeal è tornato molto forte, si offrono in tutti i settori per venire".

Infine della sua, e dei suoi colleghi dirigenti, situazione in merito al rinnovo con l'Inter: "Il rinnovo di noi dirigenti? Siamo uomini, con il presidente Zhang ci siamo confrontati, entrambe le parti sono felici di continuare insieme. Non potremmo che esserlo. Siamo felici in un grande club. E' spontaneo e automatico il rinnovo. L'ufficialità la darà la società".

 

LEGGI ANCHE: Inter, Vecino e un addio a gennaio non così scontato, i dettagli


💬 Commenti