Le pagelle di Venezia- Inter, Çalhanoğlu trascinatore

Çalhanoğlu migliore in campo, bene la difesa

Scritto da Marco Diluca  | 

Minimo sforzo massimo risultato, l'Inter gestisce e vince, e ora aspetta i risultati di Milan e Napoli, ecco nel dettaglio, i voti dei calciatori nerazzurri.

Handanovič: 6
 

Pochi sussulti per lui, si fa trovare pronto su quella che di fatto è l'unica azione pericolosa del Venezia è cioè il fulmine a ciel sereno scagliato da Aramu nel primo tempo.
 

Škriniar: 6

Poca roba il reparto offensivo veneziano e così il gigante slovacco si lancia in avanti, va a pochi centimetri dal due a zero su una conclusione di testa da calcio d'angolo.
 

Bastoni: 6,5
 

Non sembra soffrire la posizione diversa in campo, è sempre attento e pulito negli interventi, non fa rimpiangere De Vrij
 

Dimarco: 6
 

In teoria dovrebbe fare il difensore ma in realtà è costantemente in attacco, i suoi inserimenti sono sempre giusti e vengono costantemente premiati dai suoi compagni
 

 

Darmian: 6

Sempre presente sia in fase difensiva che offensiva, sbaglia poco o nulla, esce per infortunio, si spera non sia nulla di grave perché è un giocatore fondamentale per questa Inter

 

Barella: 6

È ancora scarico fisicamente e si vede, perde tanti palloni e mostra un nervosismo esagerato, ma Inzaghi lo fa giocare per più di un'ora perché resta un giocatore cardine per la squadra, anche quando non è al massimo.
 

 

Brozović : 6, 5

Con ago e filo cuce sempre alla perfezione il gioco, è il solito "tuttocampista" presente in ogni parte del campo, tocca una serie infinita di palloni, l'allenatore non lo toglie mai dal campo, mostruoso.

Çalhanoğlu: 7,5
 

Segna un goal importantissimo, che indirizza la partita. Hakan da diverse settimane è in netta crescita, sembra interpretare la meglio il suo ruolo, fa delle aperture pazzesche e riesce allo stesso tempo a fare equilibrio, Inzaghi ha registrato al meglio la sua posizione in campo, in questo modo, il turco, permette a Brozovic di respirare gestendo numerosi palloni sostituendosi al croato quando viene marcato, in goal da tre partite consecutive, nettamente il migliore in campo.
 

Perišić: 6,5

Oggi, come tutti i suoi compagni, gioca un po' con il freno a mano tirato, ma nonostante ciò interpreta la gara nelle due fasi al meglio, in due occasioni sfiora il goal di testa.
 

Džeko: 5,5
 

​​​​​​Un po'scarico il bosniaco sta sera, fallisce un goal che uno con la sua classe fa ad occhi chiusi, resta in campo novanta minuti dimostrando di avere ancora una condizione fisica eccellente, lavora molti palloni e spesso si defila per aprire spazi ai compagni.
 

 

Correa: 6

Primo tempo sottotono, nel secondo prova a fare qualcosa in più ma nel complesso la sua partita resta priva delle classiche luci che solitamente accende nel corso della partita.
 

 

Lautaro: 6,5

Entra subito nel secondo tempo ma si vede pochissimo, nella fase finale si rende utile con alcune giocate interessanti, trasforma il rigore e scaccia i fantasmi dell'errore dal dischetto nel Derby
 

Gagliardini: s.v.

Vecino: 6

Entra per far rifiatare Hakan e dare sostanza al centrocampo, fa delle belle aperture sulla fascia destra, può essere un giocatore importante nell'ottica delle tre competizioni e sta sera ha dimostrato di essere utile in gare come queste

Dumfries: 6

Non si vedeva da molto tempo e con un Darmian in questa ferma continueremo a vederlo poco, prova a proporsi timidamente in fase offrnsiva trovando anche alcune combinazioni interessanti.
 

 

D'Ambrosio: s.v


 


💬 Commenti