Le pagelle sulla prima parte di stagione dell'Inter

Scritto da Luca Colantoni  | 

Con la sosta di Novembre, sono ormai passati più di due mesi dall'inizio del campionato e quattro delle sei partite del girone di Champions League sono già state disputate, ci sembrava quindi doveroso riassumere con delle pagelle il comportamento della squadra guidata da Simone Inzaghi.

In campionato, con 7 vittorie 4 pareggi e una sconfitta l'Inter è ora in terza posizione (lasciamo qui l'articolo dove abbiamo paragonato finora il comportamento di Inzaghi e quello di Conte della scorsa stagione), 7 punti sotto Milan e Napoli prime a pari merito. In assoluto un buon andamento, ma ci sarà bisogno di accelerare per poter tenere vivo fino alla fine il sogno scudetto, con le due in testa che procedono a ritmi incredibili.

In Champions League, dopo un inizio a rilento sono arrivate le due vittorie con lo Sheriff che ora lasciano ben sperare nel passaggio del turno.

Con questo piccolo ricapitolo possiamo procedere con le pagelle del tecnico e dei giocatori impiegati finora. 

HANDANOVIC 6+ - Dopo un inizio di stagione abbastanza discutibile, è tornato a convincere con prestazioni senza sbavature. I clean sheet non sono ancora al livello della parte finale della seconda stagione ma sembra che la squadra abbia trovato nuovamente una buona solidità difensiva. 

SKRINIAR 7 - Impeccabile quasi in tutte le partite, si sta comportando benissimo anche a livello offensivo con 2 gol in campionato e uno in Champions League.  

DE VRIJ 6 - Un inizio stagione appena sufficiente con alcune partite in pieno controllo (e anche un gol in Champions League), ma con altre con diverse sbavature (tra cui l'autogol nel derby).

RANOCCHIA 6 - Si è meritato la conferma tra in neroazzurri trovando un'ottima affidabilità tanto da permettere di sostituire il suo compagno di reparto olandese.

BASTONI 6.5 - Insidiato in qualche partita da Dimarco, ora dà un apporto offensivo ancora maggiore, senza smettere di impostare in maniera ottima con il suo sinistro. Difensivamente si è confermato di nuovo a ottimi livelli.

D'AMBROSIO 6 - Il mister lo impiega poco, ma lui si fa trovare sempre pronto, anche in fase realizzativa. E' un valore aggiunto per la squadra sia in campo che nello spogliatoio.

DARMIAN 6.5 - Resta una certezza, affidabilissimo anche a livello offensivo come ci aveva abituati nel finale di stagione scorsa. Per ora è il titolare sulla fascia destra, con poche chances per Dumfries.

DUMFRIES 5 - Si è presentato bene nelle prime uscite, soprattutto contro il Bologna, ma ultimamente sembra aver perso la sicurezza creando poco quando attacca e non prestando il giusto aiuto in fase difensiva. Necessita di minuti e buone prestazioni per potersi esprimere al meglio.

BARELLA 7 - Un inizio di stagione con i fiocchi. Resta il solito tuttofare in mezzo al campo al quale aggrapparsi nel momento del bisogno. Si fa vedere molto sotto porta, tanto da aver creato numerose occasioni segnando e un gol e fornendo 5 assist. Con una maggior precisione sotto porta sarebbe titolare in qualsiasi squadra.

GAGLIARDINI 5.5 - Non fa troppo male, ma comunque resta tra le ultime scelte a centrocampo. Non assomiglia per niente alla mezzala alla Milinkovic che Inzaghi aveva a Roma.

VECINO 6 - Impiegato solo per pochi minuti ma con un gol all'attivo in campionato, potrebbe tornare utile con il proseguire della stagione. Tuttavia con le buone prestazioni di Calhanoglu e Vidal farà fatica a trovare spazio. Verrà prevalentemente chiamato in causa per sostituire Barella in caso di necessità.

SENSI sv - Ancora martoriato dai continui infortuni, sembra non si riesca a trovare una soluzione. Dopo la sosta potrebbe essere gradualmente reinserito. Il suo apporto sarebbe fondamentale per garantire un po' di respiro a Brozovic.

BROZOVIC 7.5 - Il giocatore di cui non si può fare a meno. Sembra migliorare continuamente, garantendo un'impostazione del gioco sempre molto pulita e rendendosi utilissimo in fase difensiva. E' difficile trovare un vice-Brozo figuriamoci farne a meno. Speriamo che si venga a capo della questione rinnovo.

CALHANOGLU 6 - Dopo la prima di campionato al top, è sceso molto fornendo prestazioni sottotono. Ultimamente sembra però di nuovo ad ottimi livelli, MVP nel derby e prestazioni che fanno ricordare l'Eriksen della scorsa stagione. Sicuramente sarà il titolare, speriamo con una maggiore continuità.

VIDAL 6.5 - Tutt'altra storia rispetto allo scorso anno. Il king sembra aver ritrovato la forma migliore dimostrandolo con prestazioni eccellenti e facendosi vedere anche in fase realizzativa. Non riesce a garantire 90 minuti ma sarà l'uomo in più nello scacchiere di Inzaghi nelle partite in cui servirà sostituire una mezz'ala o semplicemente si cercherà un po' di garra in più.

PERISIC 7 - Ormai un quinto di ruolo, ottimo in difesa ma soprattutto pericolosissimo in attacco. Ha garantito qualità e continuità, speriamo continui così.

DIMARCO 6.5 - Una piacevole scoperta, dopo numerosi prestiti si è preso l'Inter conquistando sia i tifosi che Inzaghi. Rappresenta un'arma in più a partita in corso su entrambi i ruoli di sinistra, ma anche da titolare sfruttando così il suo mancino sui calci da fermo. 

LAUTARO 6 - Brillante ad inizio campionato, sembra essersi spento nelle ultime gare con prestazioni fumose e poco concrete. E' di nuovo il suo periodo no, speriamo ci smentisca presto nel big match contro il Napoli.

DZEKO 7 - Riferimento del reparto offensivo, descritto da tutti come un regista offensivo. Sta sorprendendo tutti sia per il suo spirito di sacrificio che per le prestazioni molto convincenti anche in fase realizzativa. Sembra ancora meglio di quanto ci aspettassimo.

CORREA 6 - E' il classico caso di giocatore ad intermittenza. Decide due partite praticamente da solo segnando due doppiette ma nelle poche altre giocate si fa vedere poco, come se non avesse il posizionamento corretto in mezzo al campo. Potrebbe essere letale a gara in corso ma deve trovare continuità anche con partite da titolare. Magari così facendo potrebbe insidiare il posto a Dzeko.

SANCHEZ 6 - Molto meglio sul campo che fuori, dove non fa mancare post di critica su Instagram. Vorrebbe giocare di più anche se è probabilmente la quarta scelta del tecnico. Tuttavia in alcune situazioni è l'unico che riesce a fare la differenza, speriamo trovi continuità anche sul piano fisico.

All. SIMONE INZAGHI 6.5 - Inizialmente la squadra era troppo poco convincente a livello difensivo, mentre ora sembra si siano fatti progressi. Resta da migliorare negli scontri diretti altrimenti il sogno scudetto sarà irraggiungibile. Comunque sta rispettando le aspettative e fa notare il suo impegno alla ricerca del miglioramento.


💬 Commenti