Champions League, Viktoria Plzen-Inter 0-2: le pagelle nerazzurre

Scritto da Marco Corradi  | 

L'Inter mette a segno i primi punti in Champions League, diventando la prima italiana vittoriosa a Plzen: finisce 2-0 contro il Viktoria, che si rende pericoloso solo con l'uomo in meno e trova i riflessi di Onana. I cechi la giocano sulle ripartenze, mettendosi inizialmente a specchio e provando a far innervosire l'Inter con continui interventi al limite. Una mossa che non funziona, perchè Dzeko sblocca la partita su assist di Correa: cambia l'assetto tattico dei padroni di casa (4-2-3-1) ma non l'interpretazione, coi nerazzurri che chiudono intorno al 70% di possesso palla e raddoppiano con Dumfries. Bene Gosens e Bastoni, benissimo Dzeko e ottimo debutto per Acerbi. Ecco le nostre pagelle

ONANA 6 - Da senza voto fino ai minuti finali, si esalta sulle due chances di Bassey: gran parata a dieci minuti dalla fine, ottimo intervento nel recupero. 

SKRINIAR 6 - Serata di ordinaria amministrazione. Attacca molto nel primo tempo, poi risparmia le energie in vista di Udine, vista l'inoperosità degli avversari. 

ACERBI 6.5 - Ottimo debutto in entrambe le fasi. Nei primi venti minuti sfiora il gol, poi annulla il gigante Chory. Si candida a un duello costante con de Vrij. 

BASTONI 6.5 - In una serata dai ritmi blandi, è tornato il vero Bastoni, quello che fa quasi il terzino di spinta. Tante sovrapposizioni e un paio di chances create prima della specialità della casa: la (inutile) sostituzione degli ammoniti. Esce con una faccia che è tutta un programma. Avrebbe bisogno di 90' puliti per ritrovare fiducia e condizione. (dal 63' D'AMBROSIO 6 - Buon ingresso, in un'Inter poco impegnata). 

DUMFRIES 6.5 - Più attaccante che esterno, vista la densità avversaria: sfiora la rete di testa, sigla il 2-0 su assist di un imperioso Dzeko. 

BARELLA 5.5 - Fatica ad imporsi a centrocampo. I giocatori del Viktoria Plzen lo prendono di mira con interventi al limite e decisamente sopra le righe. Inzaghi vede e provvede dopo il raddoppio, sostituendolo. (dal 71' GAGLIARDINI 5.5 - Entra e si fa subito ammonire. Disastro). 

BROZOVIC 6.5 - Comanda l'Inter con personalità e dominio del centrocampo. 93% di passaggi completati nel primo tempo e buonissima prestazione. (dall'84' ASLLANI sv - Debutta in Champions. Tante emozioni e pochi palloni toccati). 

MKHITARYAN 6 - Conferme le ottime sensazioni fornite contro il Bayern. Due o tre guizzi ad altissime frequenze, un paio di lampi con cui sfiora anche il gol. (dal 71' CALHANOGLU 6 - Tenta di far segnare Lautaro, senza esito). 

GOSENS 6.5 - La condizione cresce. Vale lo stesso discorso di Dumfries: il Viktoria crea densità e allora agisce da secondo centravanti, coprendo il buco di un assente Correa. Un suo inserimento da punta fa nascere l'azione del vantaggio, Stanek gli nega la gioia del gol (di testa) al 48'. 

DZEKO 7 - Prestazione imperiosa contro una delle sue vittime preferite. Al Viktoria Plzen ha segnato dieci reti in nove partite: sei con la Roma, due col City, una con Inter e Teplice. Sfiora due volte la doppietta e serve l'assist a Dumfries per il raddoppio. Finale in apnea, spreca un contropiede prezioso 3vs1. 

CORREA 5.5 - Parte forte, con l'assist per Dzeko. Poi sparisce completamente dal campo, quasi fosse uno spettatore non pagante. (dal 71' LAUTARO 6 - Entra con una voglia matta di segnare, non ci riesce)

All. S. INZAGHI 6 - Il turnover in vista dell'Udinese funziona e non deve effettuare correzioni di sorta. Giusto puntare su Onana/Dzeko e dare una chance a Bastoni/Gosens in una partita dai bassi ritmi, così da consentire ad entrambi di ritrovare fiducia e condizione. Fa sbuffare Basto col cambio per l'ammonizione e commette un solo errore: inserire Gagliardini prima di Asllani, certificando che per lui è solo il vice-Brozovic e difficilmente giocherà mezzala. Un appunto: si poteva dare minutaggio a Bellanova, magari facendo rifiatare Dumfries dopo il gol. Ora, dita incrociate per Bayern-Barça. 


💬 Commenti