Inter, per Sensi la partenza verso Genova è rimandata

Il goal al minuto 104 contro l’Empoli potrebbe cambiare la storia in nerazzurro di Sensi che, adesso, rimarrà a disposizione di Inzaghi almeno fino al week end.

Scritto da Filippo Rivani Farolfi  | 

Le sliding doors nel calcio sono all’ordine del giorno, si sa. E cosi Stefano Sensi potrebbe aver sfruttato al meglio i tempi supplementari di Inter Empoli di Coppa Italia per ritagliarsi un ulteriore spazio in nerazzurro.

Il centrocampista ex Sassuolo, infatti, aveva definito tutti i dettagli per il suo trasferimento alla Sampdoria in prestito fino a giugno. Soluzione ottimale per tutte le parti, soprattutto per il giocatore che - a Genova - avrebbe ritrovato il minutaggio necessario per riprendere in mano la propria carriera. Ieri sera, però, contrariamente a quanto si poteva pensare, Inzaghi ha deciso di portare Sensi in panchina nel match contro l’Empoli e - scherzo del destino - il suo ingresso in campo è diventato realtà dopo il 90^ minuto. Non solo però. Sensi è diventato addirittura l’eroe della qualificazione ai quarti di finale con la sua rete al minuto 104, decisiva per battere l’Empoli e regalare il passaggio del turno ai ragazzi di Inzaghi.

Cosa succede ora? Il trasferimento alla Sampdoria è, quantomeno, ritardato, come riportato da alcune fonti molto autorevoli. L’Inter, infatti, ha deciso di trattenere Sensi almeno fino alla partita contro il Venezia in programma questo week end, anche complice l’infortunio di Correa. Lo stesso Inzaghi ha espressamente detto che se Sensi decidesse di restare lui sarebbe molto felice.

Sensi è pronto a scrivere un nuovo capitolo della propria, travagliata, storia in nerazzurro. Almeno fino a questo week end il centrocampista di Urbino rimarrà tra i disponibili, poi si vedrà.


💬 Commenti