Lukaku e i suoi eredi

Zapata? Correa? Raspadori? Chi può sostituire il belga?

Getty Images

Quali scenari per un eventuale post Lukaku? Diversi sono i profili valutati da Marotta, chiamato a sostituire uno dei giocatori più forti della rosa interista. Chiunque arriverà dal mercato non potrà mai essere paragonato a un campione come il belga, anche nell'eventualità in cui le caratteristiche fisiche di alcuni profili (vedi Zapata) siano eguali. I giocatori valutati dai dirigenti e dal tecnico nerazzurro sono diversi per caratteristiche, età e forza fisica. Ma quali sono i nomi cerchiati in rosso sul taccuino di Ausilio?

Zapata sembra essere il profilo ideale per sostituire il gigante belga. Le caratteristiche fisiche del giocatore (altezza e stazza fisica non indifferenti), permettono una tipologia di gioco che non si discosti eccessivamente dagli attuali schemi tattici nerazzurri. La velocità di Lukaku tuttavia è doppia rispetto a quella del colombiano, esaltato dai dettami tattici di Gasperini. Il prezzo non sarà assolutamente basso, si vocifera una valutazione pari a 60 milioni di euro. Investire tale cifra su un 30enne potrà rivelarsi una scelta giusta?

Vlahovic ha le stesse caratteristiche dell'attaccante colombiano. Grande tecnica, forza fisica e colpo di testa sono i suoi punti di forza. Inoltre l'attaccante è estremamente giovane (21 anni). Tuttavia la Fiorentina lo considera incedibile, individuare un sostituto in prossimità dell'inizio del campionato è estremamente complesso. A conti fatti, l'attaccante gigliato sarebbe il sostituto ideale di Lautaro Martinez

Altro profilo valutato dai nerazzurri è quello di Joaquín Correa. A differenza dei giocatori analizzati precedentemente, l'argentino possiede caratteristiche completamente diverse. Il laziale fa della tecnica e della velocità i suoi punti di forza, ma è carente dal punto di vista fisico. Inoltre, il numero 11 biancoceleste non fa della continuità uno dei suoi cavalli di battaglia. Senza contare i rapporti tra Lotito e Inzaghi….

Sui media nostrani e oltremanica si sono fatti ulteriori nomi, come Lacazette, Raspadori e Werner. Questi 3 profili non possono essere veramente considerati per sostituire il belga. Il tedesco è stato proposto dal Chelsea proprio all'interno dell'affare Lukaku. Il giocatore dei blues viene da una stagione dove non ha rispettato le aspettative dei tifosi londinesi, soprattutto a fronte della cifra sborsata dal club inglese per prelevarlo dal Lipsia (53 milioni di euro). L'attaccante italiano invece non può, almeno per ora, sostituire il numero 9 nerazzurro. La giovanissima età, le caratteristiche fisiche estremamente diverse e il prezzo chiesto dal Sassuolo (30 milioni di euro) pongono l'Inter nella condizione di valutare attentamente un investimento tanto importante. 

A conti fatti, sostituire Lukaku sarà un'impresa estremamente complicata, se non impossibile. Una sua partenza getterebbe tutto l'ambiente interista nello sconforto, tant'è che i tifosi invocano una possibile contestazione sotto la sede di Viale della Liberazione. Cedere il giocatore più forte della rosa a poche settimane dall'inizio del campionato significherebbe complicare la preparazione della stagione, ma allo stesso tempo ci troviamo di fronte a cifre obiettivamente irrinunciabili. Anche se il belga dovesse rimanere, in sede di un eventuale rinnovo, Marotta presenterà agli agenti del giocatore la stessa cifra pattuita con il club londinese? Soltanto il futuro potrà dirlo. 

Francesco Tagliagambe


💬 Commenti