Inzaghi:"Non facile giocare 20 minuti in 10, Sensi non sarà a disposizione per diverso tempo"

L'allenatore nerazzurro commenta il pareggio ottenuto a Marassi contro la Sampdoria

A seguito del 2-2 ottenuto in casa della Samp, Simone Inzaghi si concede ai microfoni dei media:

“Cosa è mancato all'Inter?”

"C'è rammarico perché è una partita che volevamo vincere. Una squadra come la nostra è andata due volte sopra e abbiamo sbagliato tre occasioni semplici. Non abbiamo vinto una partita che sarebbe stata fondamentale. Sensi era entrato nel migliore dei modi e ho dovuto giocare 20 minuti in 10. Andiamo avanti con fiducia perché abbiamo sviluppato buon gioco.

“Differenza con le altre partite? Motivazioni?”

“É normale che bisognerà analizzare qualcosa, soprattutto i gol subiti. Volevamo i tre punti.”

"Sensi come sta?"

"Purtroppo non bene. Ha fatto due giorni a mezzo servizio ed oggi era entrato bene. Anche il cambio di Di Marco è stato forzato. Rimanere in 10 con la Samp non è semplice".

“Come ha impostato la gara?”

“Con l'aiuto dei cambi si sarebbe aperta e stavamo creando molto. In 10 queste patite puoi anche comprometterle e ci portiamo a casa questo punto. Bisognerebbe aggiustare i calendari perché ci sono troppi impegni.”

"Stato del lavoro?"

"Molto soddisfatto perchè ho trovato una squadra molto disponibile. Sapevamo delle difficoltà ma abbiamo fatto sette punti. Ci sono state cessioni importanti ma la società ha rimediato con calciatori funzionali. Nella mia testa avrei voluto 9 punti".

"Più facile gestire una rosa lunga o corta?"

“Potrò rispondere più avanti. Ho avuto sette giocatori fino a giovedì. C'è chi non ha riposato neanche per il fuso orario. La rosa è attrezzata e voglio averla a disposizione. Pensare di non avere Sensi e Bastoni, che sono importantissimi, è un problema.”

"Sensi e Bastoni?"

"Sensi non ci sarà con il Real Madrid, probabilmente lo perderemo per diverso tempo ed è un peccato. Bastoni avrà un esame nella giornata di domani mentre per Dimarco dovrebbero essere solo crampi, c'è ottimismo".

 

Francesco Tagliagambe


💬 Commenti