Inzaghi: “Domani sarà la fame a fare la differenza. A Kiev? Difficile...”

Scritto da Manuel Delon  | 

Dopo la prima vera verifica della stagione tenuta a Firenze, superata a pieni voti, ora tocca ai nerazzurri di Milano il primo vero esame da sostenere: arriva il primo big match della stagione per l'Inter, che domani sera, alle 18, affronterà l'Atalanta a San Siro.

Alla vigilia dell'incontro, l'allenatore nerazzurro Simone Inzaghi, ai microfoni di Inter tv, ha parlato così della gara che si terrà domani:

 

Martedì c’è stata una grande reazione contro la Fiorentina, cosa le è piaciuto della squadra?

"Martedì è stato importante essere rimasti lucidi e in partita nonostante nella prima mezz’ora abbiamo sofferto la Fiorentina. Ho visto una grande reazione, da squadra importante, abbiamo vinto su un campo difficile e siamo contenti. Già domani avremo un'altra sfida altrettanto impegnativa".

 

Giocando ogni tre giorni sta pensando di fare un po’ di turnover?

"Oggi abbiamo una seduta di allenamento importante e vedrò le condizioni generali della squadra, poi domani deciderò con calma la formazione".

 

Che partita si aspetta domani?

“L'Atalanta è un'ottima squadra che non regala e non concede nulla, noi dovremo essere bravi a fare altrettanto. Penso che la fame e la cattiveria su ogni pallone in partite come questa facciano la differenza".

 

11 marcatori diversi per 18 gol in 5 partite, è un dato che fa felice un allenatore?

"Stiamo cercando di preparare tante soluzioni. Ho avuto una fortuna di trovare una squadra già ottimamente allenata, con grande disponibilità. Mettiamo idee per una costante evoluzione".

 

Cosa dovrà fare la squadra in Champions League martedì a Kiev?

"Difficile pensare alla Champions, siamo concentrati sull'Atalanta. Guardiamo l'immediato, che in questo momento è il campionato".
 

 


💬 Commenti