FC Sheriff: da uno stato fantasma ad una Champions da sogno

Scritto da Luca Mercuri  | 

Lo Sheriff è l’autentica sorpresa di queste prima due giornate di Champions League nelle quali viaggia a punteggio pieno nel girone in cui i nerazzurri hanno realizzato, per il momento, soltanto un punto e con il doppio dei punti del Real Madrid. Nella serata di ieri la sorprendente vittoria a Madrid per 2 a 1 contro i blancos e nella prima giornata il 2 a 0 casalingo allo Shakthar di De Zerbi.

Dietro alla grande sorpresa di questo inizio di Champions League però c’è una storia molto particolare. Lo Sheriff è una squadra, ufficialmente Moldava, che trova casa nella città di Tiraspol, città che dichiara di fare parte dello stato della Transnistria, uno stato indipendente de facto ma non riconosciuto dai paesi dell’ONU e nonostante un’amministrazione autonoma è considerato parte della Moldavia.

La principale squadra Transnistriana è proprio lo Sheriff che dall’anno della sua fondazione è diventata anche la squadra più vincente del campionato moldavo con 19 titoli in 28 anni di storia.

In Europa gli “sceriffi” fanno il loro esordio nel 2000-01 nella vecchia Coppa Uefa, la prima qualificazione Champions arriva l’anno seguente con l’eliminazione al secondo turno preliminare.

Nella loro breve storia le “vespe” non avevano mai partecipato alla fase a gironi della Champions League e non hanno mai superato la fase a gironi dell’Europa League (Coppa Uefa) e dopo aver sfatato il primo tabù sono lanciati verso gli ottavi di finale.

L’Inter affronterà lo Sheriff il 19 Ottobre e una non vittoria spianerebbe la strada proprio ai “Moldavi” ma dopo aver visto l’inizio di stagione dei prossimi avversari è sicuro che i nerazzurri non commetteranno l’errore di sottovalutare l’avversario.

 

Luca Mercuri


💬 Commenti