Inter-Napoli: Inzaghi in conferenza: "Dobbiamo fare di più negli scontri diretti. Lautaro tornerà a segnare."

Scritto da Luca Mercuri  | 

Vigilia di Inter-Napoli. Tra problemi di formazione visti i vari infortuni subiti durante la sosta per le Nazionali e le zero vittorie negli scontri diretti l’Inter si appresta ad una sfida quando mai decisiva. Simone Inzaghi si è presentato in conferenza per presentare la delicatissima sfida di domani alle ore 18. 

Queste le sue parole:

GARA DECISIVA - "Sappiamo che sarà una partita molto importante, come lo era stata  la sfida col Milan. Si affrontano il miglior attacco e la miglior difesa, il coraggio e le motivazioni faranno la differenza. Penso che sarà sicuramente una partita importantissima. Noi stiamo facendo un ottimo percorso. Siamo ancora in corsa sia in campionato che in Champions. In campioanto abbiamo solo due punti in meno dello scorso anno nonostante abbiamo giocato di più in trasferta e sappiamo che aiuto ci dà giocare davanti ai nostri tifosi. Milan e Napoli stanno tenendo un grandissimo passo, ma sappiamo che negli scontri diretti contro Atalanta, Juventus e Milan avremmo meritato di più ma dobbiamo fare qualcosa in più a partire da domani.”

ATTACCANTI CONTATI - "Prima delle nazionali erano tutti disponibili purtroppo adesso abbiamo avuto qualche problema con Dzeko e Bastoni e abbiamo perso Stefan De Vrij e Alexis Sanchez. Sono conentrato sul Napoli ma so anche che mercoledì c'è un'altra partita decisiva. Abbiamo qualche assenza e vedremo cosa fare in vista delle due partite.”

SORPRESA NAPOLI - "Spalletti ha sempre fatto bene, è un valore aggiunto in qualsiasi squadra abbia allenato. Il Napoli è una grande squadra e la società è stata bravissima a trattenere i giocatori migliori. Non sono sorpreso del loro cammino, stanno continuando il grande lavoro svolto da Gattuso.”

SCONTRI DIRETTI - "Dobbiamo imparare a indirizzare gli episodi nel migliore dei modi ed essere più cinici. I numeri e le statistiche dicono che siamo in una buona situazione. Negli scontri diretti avremmo meritato di più ma c'è sempre stato un rigore dato o non dato oppure sbagliato come con Milan e Atalanta. Sono però contento dei ragazzi che mi stanno dando tanto. Sono felice della scelta di venire all'Inter, sapevo che dopo le cessioni sul mercato sarebbe stato un anno di transizione ma invece siamo competitivi in tutto. Ho la società sempre al mio fianco e abbiamo dei tifosi fantastici che sono l'uomo in più per noi".

LAUTARO TRA CRISI E RIGORI - "La griglia dei rigoristi è Lautaro, Calhanoglu e Perisic. Lautaro in allenamento ha sempre calciato bene, a Sassuolo ci ha fatto vincer mentre contro il Milan è stato anche bravo Tatarusanu. St passando un periodo normale per tutti gli. Sono capitati a me, a mio fratello. Immobile alla Lazio ne ha avuti pochissimi ma può succedere. Secondo me un attaccante si deve preoccupare quando non ha occasioni. Ne ha avute diverse, mi viene in mente il derby. Deve continuare a lavorare come sta facendo e credere nelle sue potenzialità. Tornerà a segnare.”

ERRORI ARBITRALI - "Non dobbiamo lamentarci perché siamo anche fortunati. Come sbagliamo noi sbagliano anche loro. La domenica del derby a fine partita ho fatto i complimenti alla terna perché c'è stato un solo ammonito. L'arbitro è stato bravo."

CRESCITA DI CALHANOGLU - "Penso che stia disputando una buona stagione. E' un giocatore di qualità e quantità. Ha fatto grandi partite nel derby contro il Milan e con la Juve. Deve andare avanti a credere di più nelle sue possibilità. Con noi gioca un po' più indietro ma deve continuare come sta facendo."

FUTURO DI BROZVIC - "Brozovic è un grandissimo calciatore ed è qui da tanti anni. Ho la fortuna di avere Marotta, Ausilio e Baccin e trattano loro in prima persona. Sanno cosa penso su Marcelo."

VICE DE VRIJ - "Dopo le nazionali qualche problema lo abbiamo sempre avuto. Domani giocherà Ranocchia che è molto affidabile. Farà una grande partita e non ci farà rimpiangere De Vrij."

 

Luca Mercuri


💬 Commenti