Giovine Inter: Stankovic MVP nel Volendam, primo gol per Fabbian!

Scritto da Marco Corradi  | 

C'è un'altra Inter, oltre a quella che ha perso contro la Lazio. Si tratta della Giovine Inter, di tutta quella sequela di talenti ed ex Primavera che hanno lasciato il club nerazzurro: molti di loro sono in Serie C, campionato che inizierà il 4 settembre, molti altri invece si stanno mettendo in luce con prestazioni più o meno positive. Ecco il recap di questa settimana.

I PORTIERI: STANKOVIC MVP NEL VOLENDAM, RADU INCOLPEVOLE

Il grande protagonista tra i pali è Filip Stankovic, con una prestazione da MVP nella prima vittoria del Volendam: se gli arancioneri sconfiggono 1-0 il Twente è merito del portiere e figlio d'arte, che con cinque parate blinda il risultato e si guadagna voti e pagelle carichi di applausi. Sofascore assegna alla sua prestazione un sontuoso 8.5. Bene anche Radu, nonostante il ko della sua Cremonese: salva su Radonjic e Linetty, bene in uscita ed è incolpevole sui gol. Completa il suo riscatto, dopo la grande prestazione con la Roma. E domani sfiderà l'Inter, da titolare. 

I DIFENSORI: SCAMPOLI DI PARTITA PER PIROLA E CARBONI

I difensori sono quelli che faticano maggiormente ad imporsi, tra i nerazzurri in prestito. Solo nove minuti per Pirola, a risultato ampiamente acquisito nel 4-0 della Salernitana contro la Sampdoria. Sale a 11 minuti, invece, l'impiego di Franco Carboni nel Cagliari: buon ingresso, comunque, nel ko dei sardi contro la SPAL (1-0). Ai box Vanheusden (AZ) e Persyn (FC Eindhoven), resta seduto in panchina Lazaro durante Cremonese-Torino, vinta 2-1 dai granata. 

I CENTROCAMPISTI: PRIMO GOL PER FABBIAN, SENSI TITOLARE

Il grande protagonista a centrocampo è Giovanni Fabbian, che incanta nella Reggina di Pippo Inzaghi. Il tecnico ed ex centravanti del Milan si è innamorato della mezzala nerazzurra, sempre titolare dal suo arrivo, e arriva anche il primo gol nel 4-0 al Südtirol: prestazione estremamente convincente per il classe 2003, che insacca la rete del vantaggio di testa, in tuffo. Nella stessa sfida, nuova titolarità di Pompetti, unico faro di una formazione, quella bolzanina, in estrema difficoltà. Gioca nuovamente Stefano Sensi, sottotono da regista nel Monza che perde 2-1 contro l'Udinese: nessun guizzo dell'ex nerazzurro, sostituito all'80', nelle fila brianzole. Panchina per Oristanio nel già citato 1-0 del Volendam sul Twente: per lui solo 42' in tre gare, sta faticando ad imporsi rispetto all'anno scorso. 

GLI ATTACCANTI: ESPOSITO E SATRIANO TITOLARI, INCANTA MALES

Seconda consecutiva da titolare per Sebastiano Esposito nell'Anderlecht: dopo aver giocato nei preliminari di Conference League contro lo Young Boys, viene schierato dall'inizio e gioca tutta la partita anche nel derby di Bruxelles contro l'Union SG: i biancomalva non giocano bene e perdono 2-1, ma Seba è rientrato nelle gerarchie di Mazzù e ha fornito una discreta prestazione. Prima da titolare, invece, per Satriano nell'Empoli: schierato al fianco di Lammers, l'uruguagio ha un paio di guizzi nell'1-1 contro il Lecce, prima di essere sostituito al 73'. Incanta, invece, Darian Males nel Basilea: l'esterno segna un gol e fornisce un assist nel 4-2 allo Zurigo, con una prestazione da assoluto protagonista. Titolarità assoluta per Colidio, schierato da seconda punta nel Tigre che pareggia 1-1 contro il River, mentre Mulattieri entra dalla panchina nel Frosinone: per lui solo 21' nella sconfitta (2-1) contro il Benevento. 


💬 Commenti