Il mercato invernale dell'Inter: non restare a guardare e programmare

Dei buoni colpi messi a segno, delle buone operazioni programmatate, delle buone occasioni sotto monitoraggio: il mercato invernale dell'Inter.

Scritto da Manuel Delon  | 
Getty Images

Oh, che mercato. Assicurato Onana per giugno a parametro zero, presi Gosens e Caicedo, portate avanti trattative con Scamacca, Frattesi, Bremer e i rispettivi club per l'estate, e tenuti in seria considerazione Dybala, Kessie e ogni calciatore in scadenza di contratto utile alla causa. In poche parole, Marotta e Ausilio hanno messo a segno e progettato dei grandi colpi ma più di questo hanno dato dei segnali forti e importanti.

BOTTA E RISPOSTA - In concomitanza con l'offerta della Juventus per Vlahovic, i dirigenti nerazzurri si sono fiondati su Robin Gosens. Adesso il tedesco - grazie all'accordo raggiunto con l'Atalanta che prevede un prestito di 18 mesi con riscatto a 25 milioni dilazionati - è un giocatore dell'Inter. Già di per sé, un gran colpo dal momento che si tratta di uno dei migliori esterni in circolazione e viste le cifre per l'acquisto relativamente contenute. Ma ciò che lo rende davvero importante è il significato che questa operazioen ha assunto: ovvero non restare a guardare una rivale che acquista il miglior attaccante della Serie A e rispondere a quest'ultima con un colpo altrettanto importante.

PRESENTE AGGIUSTATO, FUTURO PROGRAMMATO - Inzaghi chiedeva un esterno sulla corsia mancina e un attaccante, e un esterno sulla corsia mancina e un attaccante gli sono stato dati. In modo tale da porre rimedio alle piccole incombenze attuali che insorgono sulla rosa: cioè, alla luce dell'addio di Kolarov, avere due laterali di centrocampo e di difesa di livello e una quinta punta che dia un contributo laddove ce ne sia bisogno, come ad esempio in questo mese di Febbraio ricco di gare importanti senza Correa e con Lautaro diffidato in campionato. Ma non solo. Con Gosens, l'Inter si è già assicurato un post Perisic in caso quest'ultimo non dovesse rinnovare. Con Onana - che si unirà ai nerazzurri la prossima estate -, ha trovato il degno erede di Handanovic. Inoltre, come riportato da più media e fonti autorevoli, i nerazzurri hanno portato avanti diverse trattative con vari giocatori e i club degli stessi per l'estate: Scamacca, Frattesi del Sassuolo e Bremer del Torino. Non proprio il poco rassicurante "navigare a vista".

OCCASIONI - Sempre rivolti verso il futuro, come ha spesso ribadito Marotta, l'Inter terrà sott'occhio anche le possibili opportunità che potrebbero presentarsi. Infatti, nel mirino dei nerazzurri c'è qualsiasi parametro zero sulla faccia della terra. E' una questione di principio per l'amministratore delegato nerazzurro: se c'è la possibilità di cogliere un'occasione, va colta. Il primo sulla lista è Paulo Dybala, in scadenza con la Juventus e - attualmente - lontano dal rinnovo con i bianconeri. C'è anche un occhio di riguardo pure per Kessie, in rotta con il Milan in quanto chieda un ingaggio ritenuto eccessivo secondo i dirigenti rossoneri. E così via. Ecco, l'Inter c'è. Su tutti.

Insomma, tutto questo per dire una cosa che vale più di tutto. Ossia vincere continuamente, o meglio: tentare di aprire un ciclo vincente, importante e duraturo.

 

LEGGI ANCHE: Carnevali: “L'Inter è stata la prima squadra ad interessarsi a Scamacca e Frattesi”

 


💬 Commenti