Inter, Antonello sul mercato: "Uniremo sostenibilità e competitività"

Il dirigente nerazzurro: "Con Beppe Martotta stiamo lavorando in questa direzione"

Intervenuto a “Tutti Convocati”, programma in onda su “Radio24”, il dirigente dell'Inter Alessandro Antonello ha espresso alcuni concetti anche in vista della prossima sezione di mercato. 

Queste alcune delle sue dichiarazioni: “La sostenibilità economica deve essere una priorità da bilanciare con la competitività sul campo di gioco, devono essere tenuti in considerazione entrambi. Anche a livello di nuovo Fair Play Finanziario, si parla di sostenibilità per dire che le cose sono cambiate. Le nuove regole rispetto alle regole attuali stanno accompagnando il sistema calcio fuori da un periodo difficile, l’obiettivo è accompagnare il sistema al di fuori difficoltà”. 

Sul discorso della Superlega: “Il progetto era anche un grido di allarme rispetto alla situazione che si stava delineando difficile e drammatica come risultato anche nei bilanci. Oggi siamo ancorati a un sistema dove si è sempre in difficoltà nel cercare di crescere. Il sistema Italia non aiuta, i grandi club devono fare la loro parte. Il momento è difficile ma questa è la direzione, la sostenibilità dei club fondamentale, ricerca di nuove risorse e in questo le infrastrutture sono fondamentali per aumentare la competitività”.

Poi: “Voglio rassicurare tifosi, si è dimostrato che nonostante le manovre effettuate, la competitività è rimasta ai massimi livelli. Riteniamo che sia essenziale e fondamentale la sostenibilità del club, ma anche la competitività del campo deve essere garantita. Dobbiamo fare un mercato affinché si possa garantire sostenibilità finanziaria e competere ai massimi livelli. È un lavoro difficile, ma stiamo lavorando con Beppe Marotta su questa strada e siamo riusciti a trovare un corretto equilibrio. Ridimensionamento? È questione di sostenibilità, quando riesce a sposarsi con competitività e lo ha dimostrato anche il Milan”.


💬 Commenti