Repubblica - Inter, occhi puntati su Ederson

Scritto da Marco Corradi  | 

Concluso il campionato, per l'Inter è tempo di pensare al calciomercato e alle novità da inserire in rosa. Quest'oggi Simone Inzaghi ha incontrato la dirigenza e Steven Zhang, per ribadire l'impegno comune a rinnovare fino al 2024, ma anche per tracciare le strategie in entrata e in uscita: un big potrebbe essere sacrificato, ma per il resto le idee sono chiare. 

Bremer obiettivo primario, Dybala l'altro grande nome nel mirino, una punta giovane da inseguire a fine mercato dopo le uscite e poi… occhi sul centrocampo: un vice-Brozovic (Asllani) e un vice-Barella sono le altre priorità. E, proprio parlando del vice-Barella, spunta un nuovo nome. Secondo Repubblica, infatti, nei radar dell'Inter c'è anche Ederson. Il 22enne brasiliano, grande protagonista nella Salernitana, viene valutato 18mln e sarà uno degli uomini-mercato della prossima estate: sulle sue tracce c'è anche l'Atalanta, mentre all'estero era seguito dal PSG prima dell'allontanamento di Leonardo ed è stato osservato da vari club. E, tra questi, c'è anche l'Inter. 

INTER, IL PROFILO DI EDERSON

Ma chi è Ederson? Éderson José dos Santos Lourenço da Silva, classe ‘99, deve la sua esplosione a un club di cui in Europa non si parla abbastanza. Cresciuto nel Cruzeiro e poi sbarcato al Corinthians, non è riuscito a imporsi nel Timão ed è arrivato così al Fortaleza. Una società che, sulla carta, era fatta per le zone di metà classifica, ma è riuscita a conquistare la Libertadores (dove non sta sfigurando: 2a nel girone del River). Merito anche e soprattutto di Ederson, vero e proprio padrone del centrocampo a suon di km percorsi, quantità e qualità. Alla corsa e alla grinta che lo portano spesso a prendere qualche giallo di troppo, infatti, Ederson mischia inserimenti da autentica mezzala. 

Inserimenti che si sono visti eccome nella Salernitana: il centrocampista nativo di Campo Grande ha segnato due reti fondamentali nella vittoria contro la Sampdoria (2-1) e nel pareggio contro l’Atalanta (1-1). Si può dire, senza esagerare, che quei gol e le sue prestazioni da leader del centrocampo siano valse la salvezza dei campani. E che Ederson sia l'ennesimo colpo di quel clamoroso scout chiamato Walter Sabatini: acquistato per 6mln nello scetticismo generale di chi non segue il calcio sudamericano, Ederson ora vale il triplo. In soli sei mesi, valore triplicato e impatto immediato in Serie A, come solo i potenziali campioni sanno fare. Un talento da coltivare e valorizzare, su cui l'Inter ha messo gli occhi: come struttura fisica ricorda più Vecino che Barella (1.83m), ma in comune con Nicolò ha grinta e capacità di inserirsi a rete. 

In soldoni, se l'Inter avesse la possibilità di effettuare l'investimento e/o inserire contropartite gradite alla Salernitana, sarebbe l'investimento perfetto per il centrocampo. Per caratteristiche, inoltre, potrebbe anche giocare più basso e davanti alla difesa. L'ha fatto in Brasile, può farlo in Italia.


💬 Commenti