Inter-Napoli 1-0: Acerbi monumentale, Dzeko decisivo. Le pagelle

L’Inter batte il Napoli e accorcia la classifica. Acerbi monumentale, decide Dzeko. Ottimo Barella.

Scritto da Luca Mercuri  | 

L'Inter vince il big match alla ripresa del campionato contro la capolista Napoli grazie ad una rete di Edin Dzeko. Lukaku, partito titolare, è apparso appesantito e fuori condizione. Il migliore è Acerbi che annulla Oshimen e guida la retroguardia interista nella migliore prova difensiva della stagione.

Queste le pagelle:

Onana 7: Partita, nonostante l'avversario, di grande tranquillità. Tranquillità che in primis infonde lui alla retroguardia. In mancanza di pericoli si fa notare per la solità qualità in impostazione. A fine gara, sull'unica occasione del Napoli, salva i tre punti con un grande guizzo su Raspadori.

Skriniar 6,5: Kvara è un avversario molto insidioso ma riesce ad arginarlo con le buone e con le cattive. Capitano fondamentale, il rinnovo è quanto mai necessario per i nerazzurri.

Acerbi 7,5: Una volta tornato a casa svuoterà le tasche e tirerà fuori chiavi, portafogli, cellulare e Victor Oshimen. Partita monumentale per l'ex Lazio che annulla completamente l’attaccante nigeriano autentico spauracchio nel pre partita.

Bastoni 6: Oggi la retroguardia interista è pressochè perfetta. Lui dà il solito contributo difensivo ma commette qualche sbavatura di troppo in impostazione.

Darmian 6: Bene in fase difensiva, malino in attacco. Sbaglia un gol che poteva essere pesantissimo sullo 0 a 0. (dal 76° Dumfries 6: la sua giocata più preziosa è un placcaggio su Raspadori lanciato verso la porta che gli costa il giallo ma evita all'Inter guai peggiori.)

Barella 6,5: Primo tempo condito da troppi errori, anche se il tacco con cui manda in porta Lukaku vale da solo il prezzo del biglietto. Nella ripresa torna il solito Barella tuttocampista sia in recupero palla che a spezzare le linee partenopee palla al piede. Mezzo voto in meno per un giallo per proteste evitabilissimo che lo costringe a tirare indietro la gamba nei concitati minuti finali.

Calhanoglu 6,5: Si conferma preziosissimo in cabina di regia ma la giocata più importante della sua partità è una chiusura difensiva su Oshimen che salva il risultato.

Mktharyan 7: Prestazione da professore del centrocampo. Il lancio per Dimarco, preludio al gol di Dzeko, è da fuoriclasse assoluto. (dal 83° Gagliardini 6: entra per fare la consueta legna e nei pochi minuti a disposizione porta a casa il suo lavoro.)

Dimarco 6,5: Assist meraviglioso per Dzeko. Ormai il suo sinistro è una delle armi più preziose dei nerazzurri. Nel mezzo una gara di qualità e aiuto difensivo, dove resta però la macchia dell’incredibile goal sbagliato nei primissimi minuti di partita. (dal 64° Goesens 6: entra con voglia in partita. Qualche errore tecnico di troppo ma il giusto atteggiamento gli vale una meritata sufficienza.)

Lukaku 5: Lontano parente del giocatore ammirato sotto la guida di Conte. Sbaglia un gol facile, per uno con le sue qualità, ed in generale sembra un po' appesantito nei movimenti e nelle giocate. Dopo una prima parte di stagione in cui è quasi sempre stato indisponibile averlo in campo però è già una buona notizia. Le prestazione arriveranno. (dal 64° Lautaro Martinez 6,5: tornato a Milano da campione del Mondo entra con lo spirito giusto, lottando su ogni pallone e regalando giocate di qualità superiore non riuscite al suo predecessore.)

Dzeko 7: Tutti si aspettavano Lukaku ma è sempre il bosniaco a prendersi l'Inter sulle spalle. Gol pesantissimo da attaccante vero. Resta un peccato averlo visto in maglia nerazzurra a fine carriera. Giocatore di qualità superiore. (dal 76° Correa 5: non ci siamo. Sbaglia tutti i palloni a sua disposizione e spreca diverse occasioni di contropiedi nel momento di maggiore pressione del Napoli.)

All. Simone Inzaghi 7: vince, finalmente, uno scontro diretto con una squadra davanti in classifica. Giocare con il Napoli non è mai facile, in questa stagione ancora di più. Il mister l'ha preparata nel modo giusto e l'ha vinta meritatamente. Ora non bisogna perdere altro terreno, è iniziato un nuovo campionato.


💬 Commenti