Inter-Real Madrid 0-1, Rodrygo punisce i nerazzurri: le pagelle

Scritto da Marco Corradi  | 

La prima di Champions League lascia senza dubbio l'amaro in bocca all'Inter. I nerazzurri lottano con coraggio e a tratti dominano contro un Real Madrid lento, compassato e quasi mai pericoloso davanti ad Handanovic, ma vengono condannati da un calo fisico nel finale: Skriniar salva l'Inter in due occasioni, poi Rodrygo punisce gli Inzaghi-boys. Un Real Madrid cinico dunque passa con un 1-0 che fa malissimo all'Inter, imprecisa in avanti e arruffona in fase di concretizzazione. Ora arriveranno i match contro Shakhtar e Sheriff (vittorioso per 2-0 su De Zerbi e i suoi), fondamentali nella corsa alla qualificazione, ma c'è grande rammarico. Ecco le nostre pagelle. 

HANDANOVIC 5.5 - Un paio di tuffi rassicuranti e nessun errore. Fino all'89' e al gol del Real Madrid: Handa resta fermo su una conclusione ravvicinata, ma leggibile. Gol delle merengues e sconfitta.  Meno discorsi (surreali) su cani che abbaiano e sassi da lanciare e più tuffi, Handa

SKRINIAR 7 - Prima mezz'ora da attaccante aggiunto e primo tempo ottimo. Innalza il livello del suo gioco nella ripresa: s'incarta nel tap-in sulla conclusione di Dzeko, toccando di mano e vanificando tutto, salva il gol fatto di Vinicius jr e tiene in piedi un'affannata baracca nel finale. Il migliore. 

DE VRIJ 6.5 - Bel duello con Benzema, l'ubiquo Skriniar lo aiuta. Match sufficiente e poco appariscente per Stefan, che fa tanto lavoro oscuro. 

BASTONI 6 - Inzaghi lo recupera in extremis e Basto risponde presente sin dall'inizio. Buone chiusure, buon match e buona spinta offensiva. In ritardo su Rodrygo nell'azione del gol: l'unica sbavatura è pesante. 

DARMIAN 5.5 - Il livello europeo è decisamente diverso da quello dei primi match di Serie A, in cui era stato uno dei migliori dell'Inter. Darmian fatica ad imporsi nella fase offensiva e agisce quasi da quarto difensore, anche perchè dalle sue parti bazzica spesso un cliente scomodo come Vinicius jr. L'ex Parma è uno dei peggiori dell'Inter, stasera. (dal 54' DUMFRIES 6.5 - Incendia la fascia destra, dando vita a un duello entusiasmante con Alaba. Predica però nel deserto, vista la stanchezza dei compagni. Emoziona col suo coast to coast, è “allegro” in difesa: per fortuna Skriniar copre (quasi) ogni lacuna).

BARELLA 6 - Meno incisivo del consueto, appare molto stanco soprattutto nella ripresa. Qualche apertura, qualche inserimento, tanto lavoro sporco, ma anche un secondo tempo opaco. Esce, stremato, nel finale. (dall'83' VECINO sv - Due accelerazioni e poco altro).

BROZOVIC 6.5- Primo tempo da MVP e centrocampista totale. Semplicemente perfetto, si mangia la mediana del Real Madrid ed è sempre concentrato nel pressing e nella costruzione. Dura fino al 60', poi sparisce pian piano in un'Inter stanca e in apnea, che affida la palla a Dumfries e spera.  

CALHANOGLU 5.5 - Il peggiore dei suoi. Impalpabile come contro Verona e Samp, sbaglia palloni importanti e si innervosisce, sentendo troppo il match e non entrando mai nel vivo del gioco. In due parole: nervoso ed arruffone. (dal 64' VIDAL 5.5 - Lento, mai sul pezzo: spreca due palloni importanti e altrettante azioni offensive promettenti. Il Real, com'era successo l'anno scorso, ci regala la sua peggior prestazione. Enorme passo indietro).

PERISIC 6.5 - Uno dei migliori dell'Inter. Fa impazzire Carvajal, gioca con grande ampiezza e si inserisce con continuità, fornendo sempre una soluzione sulla sinistra e una carta per allargare la fragile retroguardia dei blancos. Non sempre viene servito puntualmente, ma disputa un ottimo match. La sua uscita è un mistero: stanchezza o qualche acciacco? (dal 54' DIMARCO 6 - Non soffre e non si fa prendere dall'emozione, con un buon impatto. Un paio di cross interessanti, due accelerazioni e movimenti puntuali. L'Inter però è stanchissima, dunque gli arrivano pochi palloni).

DZEKO 5.5 - La prima occasione è sua, con un tiro che Courtois legge alla perfezione. Fa salire la squadra, l'intesa con Lautaro è buona e corre tantissimo, aprendosi anche sull'ala. Con una girata sfiora il gol al 53', impegnando ancora Courtois. Il suo match finisce lì: stanchissimo, in apnea, fatica a tenere in piedi l'Inter e la squadra si spegne insieme a lui. Andava sostituito, e non può giocarle tutte da titolare. 

LAUTARO MARTINEZ 6 - Ottimo primo tempo di Lauti, in sinergia con Dzeko, con cui l'intesa raggiunge un livello sempre più alto. Ha un'occasione iniziale, impegna Courtois con un colpo di testa a botta sicura ed è il riferimento offensivo di un'ottima Inter nel 1T. Sparisce nella ripresa e viene sostituito, forse in maniera frettolosa: noi avremmo tolto Dzeko. (dal 64' CORREA 5.5 - Impalpabile, contratto, mai in partita. Dovrebbe collegare centrocampo e attacco di un'Inter contratta, ma non entra quasi mai in azione).

All. SIMONE INZAGHI 6 - La sua Inter è coraggiosa, aggredisce il Real Madrid sin dal primo minuto e sfrutta il ritmo lento e compassato dei blancos per costruire una partita aggressiva e di ottimo livello. I nerazzurri dominano nella parte centrale del 1° tempo e nell'avvio del secondo, ma non riescono a concretizzare. Peccato mortale contro un Real Madrid che sa punirti alla prima occasione e, ovviamente, lo fa: gol di Rodrygo all'89' e sconfitta immeritata. Non convincono i cambi: la doppia sostituzione sugli esterni è affrettata, anche perchè Perisic stava giocando molto bene. Avremmo sostituito Dzeko e non Lautaro, ma è facile parlare a posteriori. 


💬 Commenti