ESCLUSIVA - Tassotti (Teleradiostereo): "Roma-Juve è stata la gara spartiacque, su Zaniolo e l'Inter..."

Il giornalista dell'emittente radiofonica: "La squadra si sta alzando al livello di Mourinho"

Manca sempre meno a Inter-Roma, in programma sabato alle 18. Entrambe le squadre sono reduci da un ottimo momento: i nerazzurri hanno vinto la semifinale di ritorno del derby di Coppa Italia qualificandosi per la finale, mentre i capitolini hanno strappato un importante pareggio in casa del Napoli nel posticipo di Pasquetta. 

“Calciomercatointer.eu”, ha contattato in esclusiva Flavio Maria Tassotti, giornalista presso “Teleradiostereo 92.7”, vale a dire una delle principali emittenti radiofoniche romane. 

Come arriva la Roma alla sfida di sabato? 

Sicuramente in un ottimo stato di salute. La partita spartiacque di questa annata è stata Roma-Juve, quando fino al 70' i giallorossi stavano disputando la migliore prestazione stagionale, poi da quel momento si erano letteralmente suicidati. Le dichiarazioni di Mourinho furono molto importanti, disse espressamente che o lui scendeva al livello della squadra o viceversa. Da quella sera è arrivata la svolta: in campionato nessuna sconfitta e sono arrivate grandi vittorie come quelle contro Atalanta e Lazio. Magari qualche mezzo passo falso come la sfida col Genoa, ma in generale Mou è stato bravissimo a ridare fiducia. Anche il gioco è molto migliorato e i risultati si vedono”. 

A proposito di gioco, sabato mancherà Zaniolo. Visto il suo ottimo momento, sarà una perdita pesante no?

Su Zaniolo però si fa confusione: il suo buon momento è relativo alla partita contro il Bodo, lunedì a Napoli ha fatto una discreta prestazione. Spesso Zaniolo si incaponisce sul fatto che deve vincere da solo le partite, dimenticandosi di avere degli ottimi compagni di reparto. Lo schema delle due mezzepunte, Pellegrini e Mkhitaryan, dietro Abraham funziona molto bene. Non a caso nel derby la Lazio è andata in tilt totale con questa tattica. Non è solo il singolo, ma il gioco di squadra”. 

Come ha accennato, Abraham. Che bomber… 

Assolutamente. Ma spero possa segnare al Leicester piuttosto che all'Inter. Almeno, se dovessi scegliere dico così (sorride, ndr)”. 

Quanto all'Inter, cosa pensa dei nerazzurri? 

Dopo Juve-Inter sono certo che la squadra di Inzaghi vincerà lo scudetto. Del resto, durante il periodo nero tra febbraio e marzo, Napoli e Milan non ne hanno approfittato abbastanza. Ho visto la partita contro la Fiorentina, e dico che i viola meritavano di vincere. Probabilmente nell'Inter c'è stato un errore di gestione dopo l'eliminazione in Champions, ma come ampiezza di organico è la prima in Italia. Il divario col Milan è quello che si è visto martedì, non quello del derby di febbraio. Non ho dubbi su chi vincerà il campionato”. 

Prima però dobbiamo battere la Roma sabato. 

Per i giallorossi non sarebbe male fare risultato a Milano, sarebbe una bella iniezione di fiducia per la doppia sfida col Leicester. A ogni modo contro l'Inter è sempre molto difficile”. 

 

Intervista realizzata da Raffaele Campo 


💬 Commenti