L'Inter batte il Napoli nel segno di Inzaghi e delle sue scelte

I nerazzurri riaprono la corsa scudetto, con scelte coraggiose di Inzaghi che mette nel sacco Spalletti

Scritto da Marco Diluca  | 

Segni di vita dalla Milano nerazzurra, un sussulto dell'Inter che rialza la testa e conquista tre punti pesantissimi. L'incornata di Džeko, al culmine di un movimento da antologia calcistica, riapre la corsa scudetto. Con le sue scelte, Simone Inzaghi, ha battuto l'unica squadra di Europa che non aveva ancora perso.

Come una finale

La sfida con il Napoli aveva tutti i connotati di una finale, e nella sua carriera, Inzaghi di finali ne ha sbagliate poche. L'allenatore piacentino ha studiato alla perfezione i suoi avversari. Inzaghi ha abbassato il baricentro della squadra, per non dare profondità ai velocisti partenopei che presidiano il campo con veri e propri assedi territoriali. Ma allo stesso tempo la squadra ha messo in campo ferocia calcistica abbinata ad una intensa aggressività che ha fruttato numerose occasioni da goal ed un netto predominio tattico.

Scelte azzeccate

Il mister non ha solo indovinato l'impostazione tattica, ma anche le scelte sui singoli, hanno influito positivamente sulla gara. Partiamo dalla difesa, a sorpresa il titolare è stato Acerbi e non de Vrij. Senza giri di parole possiamo dire che l'ex Lazio ha letteralmente annullato Osimhen. Il nigeriano fa delle doti atletiche il suo punto di forza, forza fisica e velocità, ma come detto da Spalletti, Acerbi lo ha letteralmente annichilito, pronto a ringhiare e ad accorciare ad ogni suo scatto. Altra sorpresa di formazione è stata la scelta di Darmian. Nonostante il goal clamorosamente fallito, Matteo è stato decisivo. Kvaratskhelia sognerà per parecchie notti il terzino italiano, e saranno sicuramente incubi. In maniera impeccabile  ha domato uno dei giocatori più in forma d'Europa, e sicuramente il più temuto della Serie A. Infine la scelta di schierare la coppia d'attacco pesante ha pagato. Con Džeko e Lukaku la squadra è stata pericolosissima, e come detto, il cigno di Sarajevo è stato decisivo. Inzaghi ha subito spesso feroci critiche a causa di scelte sbagliate o cambi azzardati, ma in questo caso si può dire tranquillamente che questa vittoria è stata figlia delle sue sagge decisioni.

Inzaghi con le sue scelte, ha riaperto la lotta scudetto.


💬 Commenti