Udinese-Inter 3-1: Inzaghi sbaglia tutto, nerazzuri imbarazzanti. Le pagelle

Scritto da Luca Mercuri  | 

Rovinosa ma meritatissima sconfitta nel lunch-match subita dall'Inter per mano dell'Udinese. Nerazzurri avanti dopo solo 5 minuti con Barella vengono poi sopraffatti dai friulani che dominano in lungo e in largo e chiudono il match sul 3 a 1. 

Si salvano in pochi, De Vrij e Brozovic sciagurati. Ma il peggiore è Inzaghi, sbaglia tutti i cambi e regala la vittoria ai bianconeri.

Queste le pagelle:

Handanovic 4: Sull'autogol di Skriniar è sostanzialmente sfortunato, ma di tuffarsi non se ne parla proprio. Lo stesso dicasi in occasione del gol di Bijol. Sfodera una bella parata su Lovric prima di commettere l'ennesimo errore sul gol di Arslan. La prestazione di Torino è stata probabilmente solo una reazione di orgolgio dopo la panchina in Champions, ma ormai è chiaro a tutti, o quasi: a questi livelli non può più giocare.

Skriniar 4,5: Non ci siamo. L'autogol è casuale ma non da nè sicurezza in fase difensiva nè supporto alla manovra. Deve ritrovarsi o la stagione rischia di precipitare rovinosamente.

Acerbi 6: Esordio da titolare in campionato più positivo. Regge l'urto dell'Udinese quasi da solo e non disdegna interessanti aperture. Inspiegabilmente sostituito. (Dal 79° De Vrij 4: entra e si per perde Bijol in occasione del 2 a 1. Allo stato attuale Acerbi sembra offrire più garanzie ed è probabile che le gerarchie verranno riviste).

Bastoni 5: Gioca solo 30 minuti. Prende un giallo e si mostra molto insicuro. Non arriva alla sufficienza ma questo non giustifica comunque la sostituione. (Dal 31' Dimarco 6: porta in campo la qualità del suo sinistro. Non brilla ma fa nettamente meglio di altri).

Dumfries 5,5: Entra nelle poche occasioni offensive nerazzurre ma pecca di qualità. Alla lunga perde il duello con Udogie.

Barella 5,5: La punizione con cui trova il gol è splendida. Per larghi tratti predica nel deserto e finisce per perdersi anche lui. Troppi errori in fase d'impostazione. Troppi.

Brozovic 4: Irriconoscibile. Sbaglia tanti passaggi quanti ne ha sbagliati nelle ultime 4 stagioni. Appare sempre nervoso e poco convinto. La musica è sempre la stessa, se non gira lui non gira l'Inter.

Mkhitaryan 5,5: Anche lui sostituito dopo 30 minuti perchè ammonito. Non incanta ma non sfigura, ma dal fallo che gli ha causato l'ammonizione nasce il pareggio dell'Udinese. (dal 31° Gagliardini 4,5: Il centrocampo dell'Udinese è tanta roba. Troppa per lui che non aggiunge niente alla squadra dal suo ingresso in campo. Almeno non viene ammonito).

Darmian 5: Buon primo tempo, tra i migliori dell'Inter. Crolla però nella ripresa sbagliando tanto in entrambe le fasi. (Dal 67° D'Ambrosio 5,5: Probabilmente non ha capito nemmeno lui il suo ingresso in campo, non fa niente di sciagurato, semplicemente non doveva entrare lui in quel momento della partita).

Dzeko 5,5: Si dice che se una punta non segna non bisogna preoccuparsi finchè si procura comunque le occasioni di segnare. Ecco, oggi il bosniaco oltre al gol in fuorigioco, annullato, ha fatto ben poco. (Dal 67° Correa 5: Altro giocatore che sta dimostrando gara dopo gara che forse l'Inter è troppa cosa per lui).

Lautaro Martinez 5: Come il compagno di reparto. Lotta, sgomita, prova a partecipare alla manovra, ma sostanzialmente non tira mai in porta.

All. Inzaghi 2: Inspiegabile il doppio cambio del primo tempo di Mkhitaryan e Bastoni perchè ammoniti. L'allenatore dell'Inter dovrebbe sempre pensare a vincere e mai a non perdere. Ma quando il tanto sperato pareggio sembrava destinato ad arrivare ecco che sostituisce il migliore in campo, Acerbi, con De Vrij, particolarmente in difficoltà in quest'inizio di stagione. Ed ecco che il dato è tratto. Nel mezzo cambi scellerati e lettura della partita inesistente. Viene surclassato da Sottil. Sembra aver perso il controllo della squadra e se fosse effettivamente così, si sa, questo può portare solo ad una cosa.


💬 Commenti