Inter-Real Madrid: non il 12esimo, ma il 13esimo uomo aggiunto

“Il pubblico è il 12esimo uomo in campo”. Sembra solo una diceria, tanto per esaltare i tifosi, ma non è così. Nell'ultimo anno e mezzo ne abbiamo avuto la prova, abbiamo visto come il calcio sia meno bello senza gli spettatori che incitano, che sbraitano, che applaudono, che fischiano, e che - quello sempre - sostengono la propria squadra.

 

Ma ora ci sono, sono ritornati. Quelli nerazzurri più che mai. Già previsto sold out per il match di campionato contro il Bologna che si terrà sabato prossimo. Eventualità che potrebbe verificarsi anche per l'esordio stagionale in Europa contro il Real Madrid a San Siro, in programma Mercoledì 15 settembre alle 21. Sono stati, infatti, già contati quasi 30.000 (su 35.000 disponibili) biglietti venduti giusto nella giornata di ieri. Ovviamente destinati ad aumentare. 

 

Ma non è finita qui. Come rivelato dalla Gazzetta Dello Sport, i merengues hanno deciso di rinunciare ai poco più dei 2.000 biglietti disponibili che spettavano agli ospiti. L'Inter, quindi, non solo avrà il 12esimo uomo aggiunto, ma bensì il 13esimo. Con San Siro interamente nerazzurra e, con molte probabilità, al completo, per una cifra di 37.000 e 900 spettatori. 

 

Pronti a spingere la Beneamata verso l'impresa: quella di battere il - pur sempre grande - Real e di ritrovare una vittoria in casa in Champions che manca ormai dal 2-0 inflitto al Borussia Dortmund due anni fa. Pronti a urlare con orgoglio e amore la loro, semplice ma potente, parola: Amala!

 

A cura di Manuel Delon

 


💬 Commenti