Tema rinnovi: La prossima settimana tocca a Dimarco, De Vrij si allontana da Milano, Škriniar colonna portante dell'Inter che verrà.

Dimarco firmerà il rinnovo, stesso discorso per Škriniar, De Vrij è il sacrificabile.

Scritto da Marco Diluca  | 

Avviati i discorsi per il rinnovo di Brozovic, adesso tocca a Federico Dimarco, la Gazzetta dello Sport parla di un incontro tra la dirigenza nerazzurra e l'agente Beppe Riso, già nella prossima settimana. Il calciatore guadagna circa un milione, e il suo contratto scade nel 2023, verrà proposto un triennale da due milioni con accordo a salire, come già fatto con Barella e Lautaro. L'accordo è davvero a un passo, il giovane terzino in questi giorni ha postato le foto del suo nuovo tatuaggio, a tinte nerazzurre, una sorta di messaggio, non il primo, di vicinanza all'ambiente e di amore per i colori che indossa.

La rosea parla anche di altre situazioni contrattuali, una su tutte, quella di Sanchez, anche il suo contratto scade nel 2023, ma l'Inter ha una via di uscita per liberarlo già in estate. Handanovic invece è pronto a rinnovare per fare da secondo ad Onana, chiaramente a cifre ridotte. Ma a tenere banco in queste ultime ore, è il caso De Vrij, l'olandese aveva avviato la trattativa per il rinnovo addirittura due anni fa, e la società aveva fatto delle promesse che, a causa delle difficoltà economiche degli ultimi tempi, non ha mantenuto, questo ha irritato molto sia il calciatore che il suo agente Mino Raiola.

La via intrapresa dalla dirigenza è quella di blindare tutti i giovani della rosa, e De Vrij, classe 92, non rientra tra questi, le promesse fatte due anni fa, infatti, non verranno mantenute dalla dirigenza e Stefan sembra essere colui che verrà sacrificato in nome dei bilanci e delle questioni economiche che ancora affliggono la proprietà. Questo è dovuto non solo all'età avanzata rispetto ad altri difensori in scadenza della rosa, ma anche perché, una sua cessione porterebbe ad una plusvalenza totale, in quanto, il calciatore arrivò a parametro zero nel 2018. Il Tottenham di Antonio Conte segue la vicenda.

Discorso inverso per Škriniar, lui ha 26 anni, ed è considerato un patrimonio da custodire, un calciatore su cui costruire il futuro. Se De Vrij è quello sacrificabile, Bastoni e Škriniar  sono il futuro dell'Inter, l'italiano ha già rinnovato, mentre lo slovacco è in procinto di farlo, al gigante dell'Inter verrà proposto un adeguamento e un allungamento di contratto. I discorsi inizieranno nei primi mesi del 2022, e faranno di Škriniar un pilastro su cui costruire l' Inter che verrà.


💬 Commenti