Giovine Inter: Satriano ed Esposito sugli scudi, Sensi si sblocca

Scritto da Marco Corradi  | 

C'è un'altra Inter, oltre a quella che ha sconfitto in extremis il Torino. Si tratta della Giovine Inter, di tutta quella sequela di talenti ed ex Primavera che hanno lasciato il club nerazzurro. Ecco il recap di questo turno di campionato.

I PORTIERI: CALVARIO-STANKOVIC, RADU DECISIVO

Prosegue il calvario di Filip Stankovic, incolpevole nell'ennesima sconfitta del Volendam: il portiere nerazzurro evita almeno tre reti, tra cui un gol da calcio d'angolo, ma soccombe sugli errori di una difesa francamente ingiustificabile, da 20 gol subiti in sei gare. Volendam ko 3-2 contro il Go Ahead Eagles e penultimo in Eredivisie con merito. Sorride invece Ionut Radu, che con tre parate decisive blinda l'1-1 della Cremonese contro l'Atalanta. In Serie C, ko per Bagheria (Recanatese) contro lo Carrarese di Rovida: l'ex portiere della Primavera fa panchina per il secondo match consecutivo.

I DIFENSORI: LAZARO KO CONTRO L'INTER, POI TANTE PANCHINE

L'unico difensore nerazzurro con certezza d'impiego è Tino Lazaro (Torino), titolare anche contro l'Inter: non impensierisce Darmian, ma fornisce una buona prestazione difensiva. Pirola (Salernitana) e Vanheusden (AZ) continuano a non giocare, Persyn debutta nell'FC Eindhoven e Franco Carboni subentra per mezz'ora nel 2-0 del Cagliari contro il Benevento: Liverani lo inserisce, per proteggere la vittoria, dopo il rosso di Obert. In Serie C, incanta Vezzoni: prima da titolare nel 2022/23 e secondo assist per la Pro Patria, che batte 1-0 la Feralpi. Panchina per Sottini (Triestina), Moretti (Pro Sesto) e Silvestro (Pro Vercelli), gioca titolare e viene sconfitto Zugaro (Sangiuliano City). 

I CENTROCAMPISTI: SENSI IN GOL, DEBUTTA AGOUME

Per una volta, Stefano Sensi ruba la scena a Giovanni Fabbian. Il giovane e talentuoso ex Primavera sfiora il gol e incanta anche contro il Pisa, nella gara vinta 1-0 dalla Reggina (capolista in B), ma l'ex Sassuolo si supera e si sblocca: prodigiosa punizione per il primo punto del Monza, che pareggia (con polemiche-Var) contro il Lecce. Debutta Agoumé, otto minuti nel ko del Troyes contro il Lens (1-0), e gioca finalmente titolare Oristanio: il Volendam però perde 3-2 contro la formazione più debole dell'Eredivisie. Panchina per Pompetti nel Sudtirol, che batte 2-0 il Como e ottiene il secondo successo consecutivo in Serie B. Non giocano neanche Sangalli (Lecco) e Peschetola (Foggia). Titolari Squizzato (Renate, 90') e Nunziatini (San Donato Tavernelle, 68'). 

GLI ATTACCANTI: ESPOSITO SI SBLOCCA, SATRIANO SI CONFERMA

Si sblocca, finalmente, Sebastiano Esposito. La 12ma presenza è quella buona per l'attaccante, che segna il primo gol con l'Anderlecht: giocata magistrale di Seba e consueti problemi caratteriali, visto che esulta polemicamente alla Balotelli. Un'esultanza di cui non si capisce il motivo, visto che i tifosi biancomalva (10pti in 8 gare) hanno riservato cori solo a lui, nella sconfitta per 2-1 contro il KVC Westerlo. Si conferma Satriano, ormai titolarissimo nell'Empoli: grande prestazione contro la Roma, con tre chances da gol e un palo colpito, prima di chiudere stoicamente in campo nonostante la rottura del setto nasale. Sufficiente Mulattieri, ma il Frosinone perde 1-0 col Cittadella e la punta spreca. Opaco Colidio, nell'1-1 tra Tigre ed Huracan (58' da punta). Ottimo debutto, invece, per Salcedo nel Bari: l'attaccante, preso per ovviare ai possibili Mondiali per Cheddira, sfiora il gol nei suoi primi 13' biancorossi. Gol europeo per Darian Males, che segna in Conference League nel 3-1 del Basilea al Pyunik: l'esterno gioca anche contro il Grasshoppers (5-1), ma non incide. Menzione finale per l'unico assente, Matias Fonseca: il figlio d'arte è ancora ai box, la sua avventura in C con l'Imolese non inizia sotto i migliori auspici…


💬 Commenti