Inter, Lukaku manda ancora segnali: è disposto a ridursi lo stipendio

Il congelamento dei beni di Abramovich apre scenari difficili in casa Chelsea. Lukaku pensa all’addio e manda - ulteriori - messaggi d’amore all’Inter

Scritto da Filippo Rivani Farolfi  | 
Lukaku, fonte: Instagram.

La difficile questione legata ad Abramovich può scatenare un terremoto attorno al Chelsea.

Al momento, infatti, tutto ciò che ruota attorno ai Blues è bloccato a causa del congelamento dei beni dell’oligarca russo imposta dal governo britannico. Per dare un’idea della situazione, il Chelsea può continuare la stagione solo grazie ad una concessione da parte della Premier League ma il club non può più vendere i biglietti per le partite e non può operare sul mercato. Questa situazione ha ovviamente allertato tutti i big del club londinese che stanno valutando attentamente l’ipotesi di un futuro lontano da Londra.

Su tutti c’è Lukaku. Il belga sta vivendo una stagione difficile al Chelsea, con un rapporto complicato con Tuchel e con il campo. Già a gennaio era uscita una sua intervista con cui si dichiarava pentito di aver lasciato l’Inter e di quanto fosse disposto a tornare. Ora, come riporta Gazzetta dello Sport, le cose non sono cambiate, anzi la voglia di nerazzurro dell’attaccante belga è solo aumentata.

Lukaku è disposto a ridursi l’ingaggio, attualmente di 12.5 milioni di euro, pur di tornare a Milano e, sempre come riportato dal quotidiano in edicola, ha già manifestato la propria intenzione. L’operazione, è per forza di cose, molto difficile dato che i nerazzurri potrebbero impostare la trattativa solo sulla base di un prestito e non certo con un investimento oneroso. 
 

È ancora presto per parlare concretamente di un ritorno di Lukaku in nerazzurro ma la burrasca creatasi attorno al Chelsea apre spiragli importanti. Il belga manda segnali, lo stipendio non è un problema e se c’è una società che segue con attenzione la vicenda Chelsea - Lukaku quella è l’Inter.


💬 Commenti