Inzaghi aspetta Sensi. GDS - Pronto un nuovo ruolo

Scritto da Luca Mercuri  | 

Simone Inzaghi continua a fare affidamento in Stefano Sensi, nonostante una serie interminabile di infortuni che gli ha fatto saltare larga parte delle ultime due stagioni, il trionfale europeo della nazionale italiana e parte di questo inizio di stagione.

Secondo la Gazzetta dello Sport il numero 12 interista contro la Lazio avrebbe agevolmente trovato posto nella formazione titolare nell’insolito ruolo di seconda punta. Inzaghi ha già schierato Sensi in quella posizione nelle poche partite in cui ha avuto l’azzurro a disposizione e a Roma visti i tardivi rientri dei sudamericani Lautaro, Correa e Sanchez gli avrebbe dato il ruolo accanto al totem Edin Dzeko.

L’infortunio subito contro la Sampdoria in settembre però non è ancora totalmente alle spalle e la previsione più ottimistica è quella di poterlo portare a Roma al massimo in panchina.

Per lui è previsto un rientro graduale in modo da poter prevenire eventuali ricadute che visto lo storico infortunio del calciatore sarebbero deleterie.

Sensi, quindi, non è ancora tagliato fuori dal mister piacentino e con impegno e costanza negli allenamenti potrebbe ritagliarsi ancora uno spazio importante nelle rotazioni.

Nell’ultima partita disputata il 12 settembre contro la Sampdoria era subentrato dalla panchina per andare a giocare alle spalle delle due punte, prima che lo scontro con Yoshida lo mettesse fuori dai giochi, ma la necessità di un maggiore equilibrio farà si che Sensi rientrerà nei ranghi come alternativa alle 4 punte più che ai centrocampisti con la possibilità poi, se raggiunta un’adeguata condizione e un’adeguata continuità, di fungere da vero e proprio jolly offensivo.

Sensi nei pochi momenti in cui è stato in condizione ha sempre ben figurato e le perplessità su di lui riguardano solo la tenuta fisica.

Nella prima di campionato nel ruolo di spalla a Dzeko aveva ben impressionato, così come era risultato fondamentale nella prima parte della sua avventura nerazzurra. 

Sarebbe stata fondamentale la sua presenza con la Lazio, sia per permettere ad Inzaghi di far riposare i sudamericani sia per dare maggiore fiducia all’ormai ex centrocampista e farlo sentire parte integrante del progetto.

Bisognerà ancora aspettare, sperando che gli infortuni diano una volta per tutte tregua a questo sfortunatissimo ragazzo.

 

Luca Mercuri


💬 Commenti