Gazzetta - Inter-Dybala, l'offerta. E quel bonus-presenze...

La Gazzetta dello Sport aggiorna sulla trattativa-Dybala, che è viva e tuttora aperta. Ecco l'offerta dei nerazzurri e l'oggetto del contendere: un bonus-presenze che non è piaciuto a Jorge Antun

Scritto da Marco Corradi  | 

Una trattativa viva, ma non per questo semplice. La Gazzetta dello Sport descrive così lo stato dell'arte dell'operazione-Dybala, la trattativa più attesa dai tifosi insieme a quella per Lukaku, che andrebbe a regalare all'Inter un attacco stellare, con la Joya prima alternativa a Big Rom e Lautaro nella congestionata stagione che attende i nerazzurri e tutti i club. L'offerta dell'Inter è sul tavolo ed è concreta: la Rosea la spiega nel dettaglio, analizzando tutti i nodi dell'affare. Dalla necessità di cedere due attaccanti, alla struttura stessa della proposta, con un bonus che ha generato tensione, all'affare-Lukaku che ha in parte cambiato le carte in tavola. Immergiamoci nella narrazione della Gazzetta

INTER-DYBALA, L'OFFERTA 

La proposta dell'Inter, che viene raccontata dalla Rosea, è la terza in ordine temporale e consta di 6mln complessivi. Di questi, però, solo 5mln sono rappresentati dalla parte fissa e 1mln è condizionato al rendimento del giocatore. O meglio, alle presenze del giocatore: per ottenerlo, Dybala deve giocare il 50% delle gare stagionali. Non ci è dato sapere se con un minutaggio prefissato o meno, ma sono comunque il 50% delle gare, una trentina di partite più o meno. La potremmo chiamare clausola anti-infortuni: Dybala non è stato certamente integro nelle ultime due stagioni, dopo il brutto infortunio che chiuse il suo 2019/20 e la lunghissima positività al COVID, e l'Inter vuole tutelarsi. 5+1mln più ulteriori bonus legati alle prestazioni personali e di squadra, dunque, ma sarebbe proprio questo milione a rappresentare il seme della discordia: appena ha sentito parlare di questa clausola, Antun si è raffreddato e da quello nascerebbero le lungaggini dell'operazione. Con un retroscena: nei prossimi giorni è atteso un nuovo vertice tra Beppe Marotta e l'entourage della Joya, ma a questo incontro dovrebbe presenziare solo l'intermediario Fabrizio De Vecchi. Colui che può ricucire lo strappo. Perchè Dybala avrebbe potuto firmare ben prima della nascita dell'operazione-Lukaku, secondo la Rosea, se Antun non si fosse espresso contro quel milione legato alle presenze. 

INTER-DYBALA, IL DISCORSO-CLAUSOLA

Il dialogo, comunque, non si è mai interrotto e le parti avrebbero discusso di un dettaglio a sorpresa. Secondo Gazzetta, infatti, l'Inter e il “clan-Dybala” hanno discusso della possibilità di inserire una clausola rescissoria abbordabile (30-40mln, ipotizziamo) che potrebbe essere attivata al termine della prima stagione. Una sorta di “soddisfatti o rimborsati” che scatterebbe qualora una delle due parti non fosse soddisfatta del matrimonio: Dybala potrebbe liberarsi e andare altrove senza intoppi, l'Inter effettuare una plusvalenza. Ed un modo per venire incontro alla Joya: della serie, “ok, siamo in disaccordo su quel bonus, ma guarda quanto cosa accettiamo pur di averti”. 

INTER-DYBALA, L'OSTACOLO-CESSIONI

Trattativa viva e vivissima, quella per Dybala, ribadisce la Rosea. Ma ad oggi Marotta e Ausilio non possono affondare: Zhang avrebbe chiesto di frenare perchè il reparto offensivo è in sovrannumero sia dal punto di vista numerico che di monte-ingaggi. Dall'ostacolo contrattuale a quello dirigenziale/tecnico: per affondare servirà sfoltire un reparto, quello offensivo, attualmente fin troppo affollato. Tralasciando quei giocatori che non rientrano nei piani presenti e/o futuri (Esposito, Salcedo, Satriano, Pinamonti ecc), attualmente l'Inter ha sotto contratto Lukaku, Lautaro, Sanchez, Correa e Dzeko: per chiudere Dybala ne devono uscire due. Uno sarà assolutamente il Niño Maravilla, con buonuscita, l'altro è tutto da valutare: nè Dzeko nè Correa hanno offerte concrete al momento. Col bosniaco che è stato sondato da vari club, ma solo qualora si liberasse a parametro zero dall'Inter (con buonuscita, of course). L'incontro all'orizzonte servirà per capire se Dybala ha altre offerte, se vuole ancora l'Inter e se è disposto ad aspettare quella decina di giorni che serviranno per limare il reparto offensivo. Al momento in casa-Inter filtra ancora ottimismo: Marotta vuole il suo pupillo e, soprattutto, non risultano grandi offerte all'orizzonte per la Joya. Tanto fumo e poco arrosto, con l'Inter sempre in pole e attiva sull'argentino. 


💬 Commenti