Ancora Lukaku: "Inzaghi? Sa trovare il leone che è in me. Contro lo Spezia..."

Big Rom: "L’Inter mi ha dato l’opportunità di vincere a un alto livello, mi ha dato l'amore dei tifosi, della società, dei miei compagni, dell’allenatore con il suo staff"

Sempre nel corso della lunga intervista rilasciata a “Sky Sport”, Romelu Lukaku si è focalizzato sulla stagione in corso. 

Così Big Rom su Simone Inzaghi: “Lui sa come stimolare i giocatori. Sa come trovare tirare fuori il leone che è dentro di me. Ogni tanto quando c’è un occasione, lui mi fa: 'Io la buttavo dentro'. E io lo guardo e dico dico: 'Ah ok, guarda adesso'. MI provoca, sì. E c'è sempre una reazione. E per me questa è una bella cosa. Abbiamo una bella relazione tra allenatore e giocatore. Lui sa che io lo stimo veramente. Come ho detto a lui, mio fratello lo ha avuto tanti anni alla Lazio e si è sempre trovato bene. L'anno scorso ci siamo parlati tantissimo. Ma vale per tutta la squadra, non c’è solo il rapporto fra Romelu e l'allenatore. C’è quello fra Inzaghi e tutti i giocatori. Vogliamo fare bene per questa società e per i tifosi. Vogliamo fare bene le cose nei prossimi sei mesi e stiamo lavorando per questo”. 

Sul gol alla prima di campionato contro il Lecce: “Cosa ho pensato? E uno, ora subito il secondo! È stato un bel momento, come lo è stato vincere. Mi ricordo il gol vittoria di Denzel (Dumfries, ndr) al 95', come abbiamo esultato tutti assieme. Il mio è stato il primo gol del campionato, ma quello di Denzel è stato importante per vincere. Per quello siamo andati tutti a esultare. E' stato bello. Lì si vede che la squadra è unita”. 

Romelu torna anche sulla gara casalinga contro lo Spezia, la prima stagionale al Meazza: “Quella sera l'emozione più forte? Da quando sono tornato, sì. Quel momento lì. Ma anche quando sono entrato in Champions con il Plzen, perché c’era mio figlio Romeo allo stadio. Ha 4 anni e comincia a capire il calcio e ha visto papà che ha fatto gol. Lui è un grande tifoso dell’Inter, veramente matto. Perché è l’unica cosa che ha conosciuto da quando aveva 9 mesi a ora. E vederlo dopo la partita che mi guardava con quegli occhi… è stato il più bel momento perché ha visto l'amore dei tifosi. I tifosi mi hanno dimostrato tanto amore prima di quella gara con lo Spezia e anche in quel momento. Li ringrazio”. 

Infine: “Il mio gesto di scuse dopo il gol contro il Viktoria Plzen? Come ho detto i tifosi dell’Inter sono sempre stati nel mio cuore. L'Inter mi ha dato l'opportunità di essere il Romelu Lukaku che sono oggi. Prima segnavo tanti gol, ma alla fine mancava sempre qualcosa. L’Inter mi ha dato l’opportunità di vincere a un alto livello, mi ha dato l'amore dei tifosi, della società, dei miei compagni, dell’allenatore con il suo staff. Per questo rimangono nel mio cuore. Ma la storia non è ancora finita. Dobbiamo fare e lavorare di più e speriamo di portare altri trofei in questa società”.


💬 Commenti