Inzaghi e le vittorie all'ultimo, un marchio di fabbrica

Da quando allena, nessuno ha vinto più partite di lui al novantesimo

Scritto da Marco Diluca  | 

La sofferta vittoria di Lecce presenta un autentico marchio di fabbrica targato Simone Inzaghi, la vittoria al novantesimo. In base ad una recente statistica, dalla stagione 2015/2016, cioè da quando ha iniziato ad allenare, nessun allenatore ha vinto più di Simone Inzaghi oltre il novantesimo.

-Le otto vittorie alla Lazio e la zona Caicedo

Le partite vinte a tempo scaduto da Inzaghi sono addirittura 10. Alla Lazio il tutto si traduceva nella famosa zona Caicedo, con la pantera ecuadoregna che puntualmente timbrava dopo il novantesimo, consegnando la vittoria alla sua squadra.

-Inzaghi e la pazza Inter, una coppia perfetta 

Come recita una massima popolare, Dio li fa e il diavolo li accoppia . Mai proverbio fu più adeguato. I tifosi nerazzurri sono abituati ormai da anni ad assistere alle partite dotate di defibrillatore e adesso, con Inzaghi, le probabilità di vittoria al cardiopalma afferma maggiormente. La zuccata di Dumfries al Via Del Mare è la terza vittoria in extremis di Inzaghi da quando allena l'Inter. La prima risale ad un Inter -Venezia della scorsa stagione, terminata anche in quell'occasione con il punteggio di 2-1 in favore dei nerazzurri. Fu una partita simile a quella di Lecce, con l'Inter, però, costretta a rimontare lo svantaggio iniziale dei veneti firmato da Henry e risolta da un colpo di testa vincente di Džeko (su assist di Dumfries) nei minuti finali della gara.

-La Supercoppa e il leone in gabbia 

Nelle dieci partite citate precedenti non rientra la più clamorosa vinta da Inzaghi sul filo del rasoio. La finale di Supercoppa Italiana dello scorso gennaio vede affrontarsi Inter e Juventus , una partita mai banale, specie se si tratta di una finale. Anche in quel caso la partita è stata risolta nella maniera più goduriosa possibile per ogni tifoso della Beneamata quando tutto sembrava finito, con lo spettro dei rigori che si aggirava su San Siro. La zampata di Sanchez è arrivata al 120' minuto ha permesso a Inzaghi di aggiudicarsi il primo trofeo della sua storia nerazzurra, con il marchio di fabbrica che accomuna la storia dell'allenatore all'indole del club.

LEGGI ANCHE → Inter, si ferma Mkhitaryan: ecco l'esito degli esami


💬 Commenti